Home Animali Alle porte di Torino sorgerà un safari africano: il progetto per il...

Alle porte di Torino sorgerà un safari africano: il progetto per il bioparco di Cumiana

Alle porte di Torino sorgerà un safari africano: il progetto per il bioparco di Cumiana
Alle porte di Torino sorgerà un safari africano: il progetto per il bioparco di Cumiana
Tempo di lettura: 1 minuto
Alle porte di Torino un safari africano: il progetto per il bioparco di Cumiana
Il bioparco di Cumiana potrebbe presto trasformarsi in un safari africano.
È questo l’affascinante progetto che prenderà vita alle porte di Torino. Una vera e propria rivoluzione per Zoom, noto per essere il primo bioparco immersivo d’Italia.
L’area sarà interessata da un investimento di ben 18 milioni di euro, provenienti da Magnetar Capital. Quest’ultima ha deciso di puntare questa imponente cifra su Zoom Immersive Experience S.p.A, la nuova holding originata da Immersive Society, di proprietà della famiglia Casetta, socio fondatore del bioparco.
L’obiettivo è quello di dare vita a nuove attrazioni e attività nell’arco di dieci anni. I prossimi, infatti, saranno anni importanti per l’ampliamento del complesso, che sarà arricchito di nuovi animali e nuovi itinerari.
Lo scopo principale è quello di riprodurre nel capoluogo piemontese un vero e proprio safari tipico dell’Africa. Un’idea che affascina i numerosi appassionati di animali, che potranno avere a portata di mano un ambiente simile a quello che si può visitare a migliaia di chilometri di distanza.
Zoom Torino accoglierà così diversi cambiamenti. Uno zoo molto particolare, che può vantare una superficie di 160mila metri quadrati, che ospita al suo interno alcune specie a rischio di estinzione e che non è dotata di gabbie e recinzioni. Una riproduzione realistica del contesto di origine degli animali ospitati e protetti, vista la presenza di scenografie e botanica che richiamano alla mente i paesaggi tipici di Africa e Asia.
La già ottima esperienza di conoscenza degli animali, che avviene mediante contatto diretto e in totale sicurezza, sarà dunque implementata da interessanti migliorie, che renderanno ancora più affascinante questo luogo magico.
Correlato:  Consiglio Superiore di Sanità, 2 scienziate su 3 sono torinesi: complimenti a Paola Di Giulio e Silvia Giordano