Mole24 Logo Mole24
Home » Urbanistica » Torino, il Palazzo del Lavoro rinasce: dal 2019 partono i lavori per la conversione

Torino, il Palazzo del Lavoro rinasce: dal 2019 partono i lavori per la conversione

Da Alessandro Maldera

Luglio 18, 2018

Torino, il Palazzo del Lavoro rinasce: dal 2019 partono i lavori per la conversione

A Torino, il Palazzo del Lavoro si prepara a rinascere. L’immenso complesso si appresta a vivere una nuova fase della sua vita grazie a Gefim e alla famiglia Ponchia.

Gli imprenditori, protagonisti di alcuni dei passaggi fondamentali del cambiamento della nostra città negli ultimi decenni, si sono messi a disposizione per rilanciare Palazzo Nervi.

Richiami Prodotti Italia App

Il progetto prevede l’apertura dei cantieri nel 2019. Questi dureranno ben due anni, durante i quali sarà garantito un posto di lavoro a 350 persone. Lo scopo dell’intervento è quello di riconvertire l’area in spazio espositivo, turistico e commerciale.

Al suo interno dovranno sorgere gallerie di negozi di grandi e medi marchi, oltre a bar, ristoranti e molteplici tipologie di attività commerciali. Al terzo piano sorgerà inoltre lo “Space Tech”, un’esposizione delle eccellenze tecnologiche di Torino. All’interno del nuovo Palazzo del Lavoro troveranno un’occupazione circa 900 persone. I posti lavoro indiretti che invece deriveranno da questo restyling dovranno essere circa 150.

Alle operazioni interne si aggiungerà la realizzazione di spazi dedicati ai parcheggi sotterranei. Gli stalli per i veicoli saranno almeno 1550.

Una vera e propria rivoluzione, che ha l’ambizione di portare in città oltre 5 milioni di visitatori ogni anno. Una sfida che Gefim e Cdp Immobiliare (società che ha acquisito con Gefim l’immobile dal Demanio anni fa) sono pronti ad affrontare con massicci investimenti, per regalare a Torino un nuovo riferimento turistico ed economico.

Si chiude così il cerchio delle notizie e delle voci sul futuro di Palazzo Nervi, che da troppo tempo attendeva nuove soluzioni per ripartire e per tornare ad essere uno dei gioielli e delle maggiori attrazioni della città.

(Foto tratta da Museo Torino)

Alessandro Maldera Avatar

Alessandro Maldera

Giornalista, ha collaborato per molti anni con testate giornalistiche nazional e locali. Dal 2014 è il fondatore di mole24. Inoltre è docente di corsi di comunicazione web & marketing per enti e aziende