Sport

Cherasco, inaugurato il primo monumento in memoria delle vittime dell’Heysel

597
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il ricordo delle vittime dell’Heysel continuerà a vivere a Cherasco.

Proprio nella cittadina, in provincia di Cuneo, è stato eretto il primo monumento per commemorare i trentanove tifosi della Juventus che persero la vita in quel tragico 29 Maggio 1985. Giorno in cui le due squadre si contesero, in finale, la Coppa dei Campioni, poi vinta dai bianconeri con il punteggio di 1-0.

Sul monumento si legge: “Nessuno muore veramente se vive nel cuore di chi resta, per sempre”.

Dedica ovviamente rivolta a chi, in quella maledetta serata di Bruxelles, rimase schiacciato dalle macerie. Giovani e anziani, uomini e bambini, che hanno lasciato famiglie che ancora oggi soffrono per la loro morte.

Ed è stata proprio l’associazione “Famigliari delle vittime dell’Heysel“, insieme al sindaco di Cherasco e a una delegazione della Juventus, ad  inaugurare la struttura. Monumento che è stata già visitata da alcuni tifosi e sarà sicuramente meta di pellegrinaggio per molti supporter bianconeri e, chissà, anche del Liverpool.

Una tragedia che ha unito tutti in maniera trasversale, e che continua ancora oggi a essere annoverata tra i più gravi episodi della storia del calcio.

597

Related Articles

597
Back to top button
Close
Close