Territorio

In provincia di Torino la prima tassa sul turismo: un’imposta per chi dorme in hotel a Ivrea

535
Tempo di lettura: < 1 minuto

In provincia di Torino è stata introdotta la prima tassa sul turismo.

Si tratta di un provvedimento del Comune di Ivrea, che ha deciso di avviare una nuova politica economica per far fruttare, in termini di introiti, la presenza di migliaia di persone durante l’anno in città.

La decisione è stata presa dopo l’iscrizione di Ivrea nella lista dei Comuni turistici del Piemonte. La cittadina dell’area metropolitana di Torino, infatti, ospita ogni anno circa 32mila turisti. Per le dimensioni del Comune si tratta di un numero piuttosto congruo, viste anche le attrazioni offerte.

Ad incidere positivamente sui numeri penseranno anche i festival e le ricorrenze, che sono stati letteralmente limitati e bloccati nel corso degli ultimi anni. A causa della pandemia, come era prevedibile, i numeri a livello di partecipazione si sono ridotti drasticamente, e potranno risalire proprio grazie alla rimozione delle limitazioni.

In provincia di Torino la prima tassa sul turismo: a quanto ammonta la richiesta di Ivrea

Nello specifico, l’imposta sul turismo del Comune di Ivrea sarà effettiva dal mese di settembre del 2022. Per qualche mese ancora non si vedranno, dunque, gli effetti sulle entrate delle casse comunali.

L’importo che Palazzo Civico ha deciso di richiedere per ogni turista che dorme in hotel è di 1 euro e 50. Una cifra ridotta rispetto all’idea iniziale di 3 euro, e che non riguarderà i residenti, i disabili, le forze dell’ordine e i bambini.

L’introduzione di questa imposta permetterà di ricavare ulteriore denaro, da reinvestire nella città e nelle sue iniziative. Nei progetti dell’amministrazione comunale c’è quello di utilizzare le risorse economiche derivanti da questa imposta per offrire servizi maggiormente efficienti e proposte più attraenti per tutti coloro che giungono in città da altri posti.

Dunque, in provincia di Torino è arrivata la prima tassa sul turismo. Chissà che altre realtà dei nostri territori (e non) possano prendere spunto e adottare un simile provvedimento in futuro.

Tag
535

Related Articles

535
Back to top button
Close
Close