Articoli HPTerritorio

Torino, Corso Marconi vede nuovi cambiamenti: cancellati 80 parcheggi

1612
Tempo di lettura: < 1 minuto

A Torino corso Marconi, dopo la svolta green annunciata dalla Giunta Appendino, è pronto a fare spazio ai pedoni cancellando ben ottanta parcheggi.

Un progetto che favorirà ancora gli spostamenti sostenibili, soprattutto a piedi e ciclabili, ma che toglierà nuovamente posteggi per le automobili.

Infatti la lotta per il parcheggio è da tempo dibattuto sulle bocche dei torinesi, che vedono ridursi sempre più frequentemente gli stalli.

Alcuni limitazioni sono provvisorie, come nel caso di Santa Rita, dove dei lavori stradali hanno privato di 100 posti auto il quartiere per una intera settimana. Malumori sorti dopo la notizia della sparizione di 140 posteggi per fare spazio a una nuova pista ciclabile nella stessa zona.

Il Comune di Torino ha dato l’ok per la trasformazione di corso Marconi e la sparizione di 80 parcheggi: i dettagli

Il Comune di Torino, nella settimana che porterà alle elezioni comunali, ha approvato il piano per il cambiamento di Corso Marconi.

Il progetto prevede la sparizione della corsia centrale, sostituiti da panchine illuminate da nuovi lampioni dedicati. Inoltre i controviali diverranno Zone 20, con la velocità della autovetture nuovamente limitate. Mossa a favore del transito dei ciclisti nelle intersezioni tra strada e piste ciclabili.

La zona diverrà sempre più verde, con l’installazione di oltre un chilometro di siepi, che farà felici gli ambientalisti, ma molto meno gli automobilisti della zona.

Infatti a far posto a queste misure a passo d’uomo saranno gli stalli per le automobili: spariranno 81 parcheggi.

La Giunta Comunale ha approvato il piano lo scorso martedì in un progetto di più ampia applicazione.

Il piano prevede un cospicuo finanziamento da oltre un milione e 233 mila euro finanziato quasi interamente dal fondo EU React. Il Comune torinese investirà per l’opera soltanto 33 mila euro.

La sopraintendenza comunale ha approvato il progetto due settimane fa, e lo scorso martedì Palazzo di Città ha approvato il progetto che vedrà la luce entro il 2024.

1612

Related Articles

1612
Back to top button
Close
Close