Articoli HPTerritorio

In vendita il Castello di Pavone: la dimora del Canavese ceduta per ragioni economiche

29302
Tempo di lettura: < 1 minuto

In vendita il Castello di Pavone: lo splendido maniero del Canavese sarà ceduto a privati per motivi economici

Il Castello di Pavone finisce in vendita.

La splendida dimora del Canavese, che vanta una storia di oltre mille anni, è stata messa sul mercato per ragioni strettamente economiche. In questo difficile periodo il proprietario ha deciso di cedere una delle perle più preziose del Canavese, un’area che è nota a tutti per la folta presenza di manieri, dalla tradizione e dal valore storico inestimabile.

Il Castello di Pavone ha visto l’avvicendamento di numerose casate nobili, come il Re Arduino e i Savoia. Un percorso storico davvero irripetibile, caratterizzato dal susseguirsi degli avvenimenti dell’ultimo millennio, in cui il castello ha avuto una certa importanza a livello locale.

Si tratta solo dell’ultimo della lunga lista di castelli e di dimore di prestigio in fase di cessione. Si ricercano anche nuove soluzioni e nuovi proprietari per delle vere meraviglie come i castelli di Ozegna, Forno Canavese, Settimo Vittone, San Giorgio e di Parella.

Le ragioni della vendita

Le ragioni che hanno portato il proprietario a mettere in vendita il Castello di Pavone sono di natura economica, come detto.
Come ha avuto modo di spiegare in diverse interviste, il titolare è costretto a sostenere costi mensili che si aggirano tra i 20 e i 25mila euro solo per la manutenzione. Se si contano solo le spese ordinarie, viene meno la convenienza di mantenere tra le proprietà personali un simile complesso.

A pesare sulle difficoltà economiche è stata sicuramente la diffusione della pandemia. Con l’esplosione dell’emergenza Coronavirus sono state limitate tantissime attività che si svolgevano all’interno del castello. Sono venute meno le feste private, le cerimonie, i matrimoni e tutti gli altri appuntamenti che in genere si organizzano all’interno.

La mancanza di gran parte dei guadagni provenienti da queste attività ha spinto il proprietario a dichiarare la volontà di cedere. Una decisione che era già nell’aria, dato che il mercato degli eventi, dei matrimoni e dei ricevimenti ha vissuto un periodo di profondo cambiamento. La contrazione del giro d’affari negli ultimi 30 anni è stata piuttosto evidente e, ora, non risulta troppo vantaggioso gestire un’attività di questo genere.

Una triste notizia, che rende bene l’idea della situazione che ci stiamo trovando a vivere. Le difficoltà economiche portano alla cessione dei nostri gioielli storici, con l’auspicio che chi arriverà dopo a investire possa rilanciare questi capolavori e riportarli agli antichi fasti.

(Foto tratta da www.castellodipavone.com)

29302

Related Articles

29302
Back to top button
Close
Close