Articoli HPLavoro

Il Comune di Torino assume: mille nuove assunzioni in tre anni, si parte in estate

3399
Tempo di lettura: 2 minuti

Il Comune di Torino assume: l’amministrazione comunale in cerca di mille nuove risorse

Il Comune di Torino assume.

La Città è alla ricerca di diverse figure professionali, in vista del forte turnover in programma negli anni a venire.

Già, perché nei prossimi anni si assisterà a un forte snellimento dell’organico operativo. Degli attuali 8mila dipendenti, si dovrebbe scendere fino a quota 6mila 700 da qui fino al 2023. Ciò avverrebbe solo nel caso in cui non ci fosse alcun ricambio del personale in uscita.

Basti pensare che entro la fine di quest’anno cesseranno oltre 400 contratti. Altri 350 termineranno nel 2022 e oltre 400 si concluderanno nel 2023. Un graduale svecchiamento, che appare più che mai fondamentale per riammodernare l’apparato operante. L’età media si aggira sui 54 anni. Occorre dunque una linea verde per rendere più funzionali e al passo con i tempi interi comparti amministrativi.

In questo contesto, con oltre 1300 uscite preventivate, si dovrà provvedere a un necessario rafforzamento del tessuto del personale pubblico. Le assunzioni saranno un migliaio circa e saranno distribuite su tutto il triennio. Un processo che richiederà tempo, in quanto già adesso ci sono diverse difficoltà nel portare a termine i concorsi avviati. Se prima la causa principale dei rallentamenti erano le lungaggini burocratiche, ora a influire molto sulla situazione c’è anche l’emergenza Coronavirus. L’impossibilità di svolgere corsi, lezioni ed esami in aula limita fortemente lo svolgimento delle prove per reclutare nuovo personale. Pertanto si procederà per gradi.

Le proposte di lavoro e gli inquadramenti contrattuali

Le proposte di lavoro del Comune di Torino variano molto in base alle possibilità di impiego. Di seguito riportiamo tutti i settori di riferimento in cui le ricerche sono state aperte e i relativi dettagli per le posizioni in cui è possibile candidarsi. Si ricorda che le primissime assunzioni dovrebbero avvenire durante questa estate, a partire dal mese di luglio. Si procederà con la prima infornata di 350 operatori, per poi inserire un numero omogeneo di nuovi assunti nel 2022 e nel 2023.

Per ciò che rigurarda l’urbanistica si ricercano pianificatori ed esperti di edilizia sostenibile, tenendo conto dei numerosi progetti in fase di realizzazione.

In materia economica le ricerche sono aperte per profili addetti alla contabilità generale e pubblica, tecnici della finanza e addetti al controllo della gestione. Per ciò che concerne l’ingegneria, si ricercano ingegneri in ambito energetico, termico, geologi, strutturisti, tecnici di trasporti e mobilità, esperti in vas e bonifiche.

In ambito sociale si ricercano assistenti sociali, mediatori culturali, esperti di diritto dell’Unione Europea e tecnici di impatto normativo.

Infine, nel campo dell’informatica si punta sull’assunzione di esperti in statistica, in informatica, tra cybersicurezza, innovazione e sviluppo, programmatori, pianificatori, addetti alla rendicontazione delle politiche pubbliche e selezionatori risorse umane.

Tutti i nuovi lavoratori verranno inseriti con un contratto a tempo determinato, della durata di 24 mesi. Per poter presentare la propria domanda di assunzione occorre aver conseguito una laurea e non aver superato i 32 anni di età. Terminato il contratto, ogni candidato potrà essere inserito definitivamente con un contratto a tempo indeterminato.

3399

Related Articles

3399
Back to top button
Close
Close