Articoli HPLavoro

Nuove assunzioni nelle scuole a Torino: si cercano educatori, insegnanti e assistenti

31863
Renault Clio Autovip
Tempo di lettura: 2 minuti

Nuove assunzioni nelle scuole a Torino: educatori, insegnanti e assistenti inseriti a tempo indeterminato

Sono in arrivo nuove assunzioni nelle scuole di Torino.

Le strutture educative della nostra città, di competenza comunale, si apprestano ad accogliere nuovi innesti, per proseguire un processo di profondo rinnovamento, almeno per ciò che concerne il personale.

In seguito all’annuncio attraverso i profili social della sindaca Chiara AppendinoPalazzo Civico ha reso noto che, a breve, saranno inseriti nuovi profili in diverse posizioni.

Nello specifico, entro l’inizio del 2021 saranno assunti cinquanta educatori e insegnanti, con un contratto a tempo indeterminato. Inoltre, altri sessanta assistenti educativi saranno assunti in via interinale.

Oltre cento nuove assunzioni, che saranno solo la fase iniziale di questo rinnovamento.

In realtà, i lavoratori assunti andranno non soltanto a sostituire l’organico, ma anche e soprattutto a rinforzarlo, viste le carenze dell’ultimo periodo. In questa situazione, infatti, mancano sempre più docenti, anche nelle scuole per bambini tra 0 e 6 anni di età.

L’emergenza Coronavirus sta mettendo a dura prova anche il personale scolastico, tra contagiati e potenziali malati, sta rendendo una priorità sempre più stringente la ricerca di altri elementi per l’organico.

Le assunzioni saranno effettuate entro il prossimo anno. Ulteriori dettagli e informazioni saranno presto disponibili sul sito del Comune di Torino.

Le altre novità della scuola

Oltre alle assunzioni riguardanti la scuole comunali, anche a livello stat

ale e per ciò che riguarda scuole primarie e secondarie ci si sta muovendo, a Torino e in tutta Italia.

Al di là delle attrezzature, dai banchi alle sedie, fino al materiale per la didattica, il Governo sta mettendo sul piatto risorse economiche anche per nuovi inserimenti nel personale.

Una ulteriore spinta al riammodernamento del tessuto scolastico, avviato già nel 2018.

All’epoca, il Consiglio dei Ministri diede il via libera per procedere all’assunzione a tempo indeterminato per quasi 60mila insegnanti sui posti scoperti, per l’avvio dell’anno scolastico 2018/2019.

In totale, su tutto il territorio nazionale sono stati e saranno inseriti un totale di oltre 57mila insegnanti, tra posto comune e posto di sostegno. Nel corso del tempo ci sarà spazio per l’inserimento graduale di personale educativo, dirigenti scolastici e 9mila e personale ATA, tra bidelli e ausiliari.

Insomma, un processo che va avanti da almeno due anni, e che coinvolge la nostra città in tutti i settori. Una necessità sempre più marcata, quella del rinnovamento scolastico, che sta trovando attuazione in un periodo piuttosto complicato.

31863

Related Articles

31863
Back to top button
Close
Close