Articoli HPTrasporti

Arrivano i nuovi bus elettrici Gtt: 50 nuovi mezzi in primavera, altri 50 in futuro

407
Tempo di lettura: < 1 minuto

In arrivo i nuovi 50 bus elettrici Gtt: entro il 2022 saranno 100 a circolare in città

Stanno per arrivare i nuovi bus elettrici Gtt.

L’azienda di trasporto pubblico locale sta portando avanti con decisione il suo processo di rinnovamento. Nei prossimi mesi si assisterà a un ulterirore aggiornamento della flotta, in quanto il gruppo, gradualmente, si doterà di nuovi mezzi ad alimentazione elettrica.

Nello specifico, Gruppo Torinese Trasporti avrà a disposizione, entro il 2022, ben cento pullman di questo genere. Il bando di gara è stato aperto questa settimana e prevede un investimento di poco superiore ai 70 milioni di euro (72, per la precisione).

Di questa somma, circa 50 milioni saranno impiegati per l’acquisto dei veicoli, che hanno un costo di mezzo milione di euro ciascuno. I fondi restanti, meno di 25 milioni di euro, saranno invece impegnati nella manutenzione, in carico al costruttore per dieci anni, e per la sostituzione delle batterie.

I primi pullman in primavera, entro due anni la fornitura completa dei nuovi bus elettrici Gtt

Questa piccola rivoluzione elettrica ha molteplici effetti positivi. Non solo farà abbassare l’età media della flotta Gtt a otto anni, bensì porterà in città nuovi mezzi in grado di stare al passo con i tempi e con le politiche green tanto care all’amministrazione comunale.

Un passo in avanti non indifferente, se si pensa che, fino a pochi anni fa, l’età media toccava i quindici anni per veicolo. Senza contare le emissioni e gli effetti negativi sull’ambiente, inevitabilmente generati dalla circolazione di questi mezzi.

Di questi 100 nuovi mezzi, 50 saranno a disposizione degli utenti per la primavera dell’anno prossimo. A inizio 2021 saranno infatti introdotte le prime unità, che però saranno presto affiancate dalle restanti. Gli altri 50 bus, invece, saranno effettivamente in servizio entro due anni: occorrerà attendere almeno il 2022. Non si andrà oltre i prossimi due anni, però, per vedere tutti i veicoli operativi.

407

Related Articles

407
Back to top button
Close
Close