Articoli HPTerritorio

A Torino la nuova Ztl sarà a consumo e costerà 2,50 euro l’ora

7793
Renault Clio Autovip
Tempo di lettura: 2 minuti

Il ticket d’ngresso non ci sarà più, tutti potranno passare e si pagherà in base alla permanenza all’interno della Zona a traffico limitato

Continua la rivoluzione della Ztl a Torino. Il progetto di Torino Centro Aperto, come pensato all’inizio, è stato scartato. Ma alcune idee iniziali continuano ad essere vagliate. L’idea del ticket di ingresso, infatti, ritorna prepotentemente. 

Quindi, mentre la Ztl resta sospesa fino al 31 ottobre, i progetti di rivoluzionare l’ingresso al centro cittadino non si fermano. 

Questa volta l’ipotesi al vaglio della giunta è di un pedaggio di 2,50 euro per chi passa in centro. E nello scorso consiglio comunale è già stata approvata una delibera che stanzia 1,5 milioni di euro per installare nuove telecamere. 

cartello ztl
A Torino la nuova Ztl sarà a consumo e costerà 2,50 euro l’ora

Come funzionerà

Pare che la nuova Ztl a «consumo» di Torino, con telecamere in entrata e in uscita, piace ancora molto.

Il progetto non è ancora ben delineato in tutti i suoi dettagli. Ma una cosa certa già si sa: il ticket di ingresso verrà eliminato e gli automobilisti pagheranno in base alla loro permanenza all’interno della Ztl.

Una notizia che fa fare un respiro di sollievo a tutti i commercianti del centro che si erano tanto battuti contro l’idea iniziale di Torino Centro Aperto. Quindi la Ztl di Torino sarà a consumo ma con gli stessi costi delle strisce blu del centro.

Il costo generale è di 2,50 euro l’ora ma il Comune sta valutando un prezzo base per l’attraversamento, tra i cinquanta centesimi e l’euro. Una specie di tempo minimo di base per considerare anche i sottomultipli dell’ora. La stessa cosa che avviene nei parcheggi in struttura.

Saranno previsti anche dei bonus per le auto meno inquinanti e abbonamenti per aziende particolare come, ad esempio, le agenzie funebri. verrà stilata anche un elenco dei veicoli esenti dal pagamento come, ad esempio, le vetture dei disabili.

ztl torino
A Torino la nuova Ztl sarà a consumo e costerà 2,50 euro l’ora

Come verrà calcolato il pagamento

Gli automobilisti pagheranno il tempo di transito in entrata ed in uscita, tutto verificato dalle telecamere. Chi invece sosterà all’interno della Ztl di Torino pagherà il tempo complessivo di sosta. Se invece si utilizzeranno i parcheggi sotterranei, l’automobilista pagherà pagherà il tempo di sosta a cui verrà sottratto il tempo di sosta pagato nel parcheggio sotterraneo.

Metodo di pagamento

I metodi di pagamento saranno diversi:

  • siti web,
  • applicazione,
  • ricevitorie,
  • addebito Paypal,
  • Rid bancario,
  • addebito su Telepass,
  • borsellini elettronici
ztl piazza vittorio
A Torino la nuova Ztl sarà a consumo e costerà 2,50 euro l’ora

Le zone della sperimentazione

La nuova Ztl di Torino partirà da due zone centrali per la sperimentazione a con modalità diverse:

  • Quadrilatero: negli orari diurni si pagherà come una normale Ztl, mentre negli orari notturni potranno accedere solo i residenti e gli autorizzati
  • piazza Vittorio: negli orari diurni accesso libero e gratuito, mentre negli orari notturni ci sarà il divieto di transito, tranne che per i residenti e gli aventi diritto.

Tutto il progetto per la Ztl di Torino a “consumo” prosegue a gran velocità ma una cosa ancora non è chiara: quante emissioni di Co2 verranno ridotte? Dato che l’obiettivo è disincentivare l’attraversamento del centro con mezzi privati, su come e quanto riduca l’inquinamento, ancora non sappiamo nulla.

7793

Related Articles

7793
Back to top button
Close
Close