Articoli HPLavoro

Economia, cassa integrazione ridotta dell’80% rispetto ad aprile

514
Tempo di lettura: < 1 minuto

Buone notizie per l’economia piemontese, dove si registra una cassa integrazione ridotta dell’80% rispetto ad aprile, come certificato dal INPS. L’ultima grande azienda ad aprire la produzione all’intero organico della produzione è FCA.

La notizia della ripresa del lavoro a pieno regime dell’azienda a marchio FIAT segue il modus operandi di Valeo, Denso e Teksid. Dopo i dati già incoraggianti agosto, dove le ore di cassa integrazione erano circa 22 milioni, il ritorno dei dipendenti a pieno regime è un’ottima notizia per le casse dello stato.

Cassa integrazione ridotta dell’80%, mai così bene da aprile

I 4 mila dipendenti del polo FCA di Torino sono solo l’ultimo tassello di una rifiorente economia torinese. Dopo il periodo di crisi, il settore automobilistico sta riscontrando una grande richiesta – ben al di sopra di ogni aspettativa – in tutta l’Europa. I numeri in forte crescita si registrano anche in borsa, dove i numeri stanno certificando una continua pressione competitiva, figlia di una rinascita del mercato.

L’ente di previdenza sociale, però, aveva già fornito dati incoraggianti sull’andamento degli ammortizzatori sociali. Ad agosto si sono registrate 22.4 milioni di ore di cassa integrazione, ben il 40% in meno rispetto a luglio. Numeri ancor più raggianti se si pensa al calo dei fondi di solidarietà (28.3%) e di cassa in deroga(29.6).

Non solo FCA guida lo sviluppo economico del nord

FCA è solo l’ultima delle grandi aziende a far tornare i propri dipendenti a pieno regime.

Nel torinese, tra i primi a ridurre i sostegni governativi, Valeo – azienda francese – ha permesso ai suoi 450 dipendenti di tornare a lavoro a pieno regime.

Non solo settore dell’automobili: anche l’azienda siderurgica Teksid di Carmagnola (con quasi mille dipendenti) e la Denso, azienda di climatizzatori, hanno aperto le porte a tutti i loro lavoratori.

La speranza, auspicata da ogni ambiti sindacale e governativo, è che la curva dei contagi non fermi l’economia.

514

Related Articles

514
Back to top button
Close
Close