ArteArticoli HP

Torino, Palazzo Carignano riapre dopo il lockdown

918
Tempo di lettura: 2 minuti

Dal 3 luglio riaprono i Musei statali del Piemonte e tornano visitabili anche il Castello di Moncalieri e Villa della Regina.

Torino, Palazzo Carignano viene riconsegnato ai torinesi e ai turisti. Finalmente riaprono anche gli ultimi musei.

La maggior parte dei musei di Torino hanno scelto di riaprire il 2 giugno, in occasione della Festa della Repubblica. Mancavano, però, all’appello ancora alcune meraviglie del territorio.

Finalmente l’annuncio ufficiale: i musei statali del Piemonte riaprono il 3 luglio, dopo il lungo periodo di stop forzato dall’emergenza sanitaria. Per cui tornano visitabili:

  • Torino, Palazzo Carignano
  • Torino, Villa della Regina
  • Castello di Moncalieri
  • Castello di Agliè
  • il Forte di Gavi

Mentre sabato 4 luglio tocca all’Abbazia di Vezzolano, al Castello di Racconigi e al Castello di Serralunga d’Alba. Resta invece chiuso il sito dell’Abbazia di Fruttuaria, in cui il percorso archeologico sotterraneo è dotato di un sistema di aerazione non conforme ai parametri previsti attualmente.

La Villa della Regina di Torino
Torino, Palazzo Carignano riapre dopo il lockdown

Nuove modalità di visita

Il ritardo nell’apertura rispetto agli altri musei, è stata necessaria per adeguare le strutture alle nuove norme di sicurezza previste.

Dopo aver ipotizzato una prima riapertura il 2 giugno scorso, la data è stata spostata di un mese. Più tempo ha permesso anche di inserire un numero maggiore di strutture museali. Non è stato facile adeguare gli ambienti alle nuove direttive e soprattutto perché si tratta di residenze molto antiche che hanno richiesto valutazioni e azioni speciali.

Tutto questo ha portato a definire nuove modalità di visita e a rivedere i giorni e gli orari di apertura. Si è optato per privilegiare soprattutto la seconda parte della settimana e in particolare il weekend.

Questo per agevolare le distanze interpersonali con ingressi contingentati in piccoli gruppi e obbligo di prenotazione. Inoltre in tutte le sedi museali i visitatori sono tenuti a indossare la mascherina e a sottoporsi alla rilevazione della temperatura corporea tramite termoscanner. Mentre al fine di evitare assembramenti sono state predisposte apposite indicazioni segnaletiche che scandiscono gli spazi di movimento per raggiungere le biglietterie e procedere alla visita.

Non ci resta che andare a visitare uno dei gioielli del barocco europeo, Palazzo Carignano, frutto del genio architettonico di Guarino Guarini.

918

Related Articles

918
Back to top button
Close
Close