Articoli HPTerritorio

Un San Giovanni anomalo per Torino: pochi turisti e pochi torinesi.

7117
Renault Clio Autovip
Tempo di lettura: 2 minuti

La festa patronale più strana di sempre quella di San Giovanni 2020. Effetto coronavirus: sono mancati all’appello turisti e cittadini.

San Giovanni anomalo, dunque, per la città di Torino quest’anno. Una città semi vuota, così appariva ieri il centro di Torino. Complice sicuramente la decisione di non fare nessuna festa in piazza. Ovviamente l’obiettivo di evitare assembramenti è doveroso.

La festa per il patrono, infatti, è stata organizzata diversamente. Spettacolo dei droni all’interno del simbolo della città: la Mole. Molti gli artisti intervenuti per rendere omaggio al patrono. Una festa che però poteva essere seguita solo in streaming su Rai Premium in concomitanza con Genova e Firenze.

Per quei pochi cittadini, nostalgici della festa in piazza, che hanno voluto comunque passeggiare nelle strade del centro una sola possibilità. Osservare, la cupola della Mole sulla quale è stato proiettato un video-mapping con alcune immagini riprese da film cult.

E comunque erano in pochi a gironzolare nel quadrilatero attorno alla Mole. Un po’ meglio in piazza Vittorio complice anche la bella giornata di sole che ha portato afflusso all’ora dell’aperitivo.

festa san giovanni torino
Un San Giovanni anomalo per Torino: pochi turisti e pochi torinesi.

A farne le spese hotel e commercianti

Il bilancio per strutture ricettive e attività commerciali non è decisamente roseo. È vero che la festa di San Giovanni non ha mai portato milioni di turisti a Torino, ma quest’anno sono mancati all’appello proprio tutti.

Federalbeghi di Torino denuncia infatti un dato preoccupante: le prenotazioni si sono fermate al solo 15%. Nonostante la possibilità di muoversi tra i confini e le varie agevolazioni previste dalla Regione e dal Comune, il dato non tende a salire.

La mancanza di una grande festa in piazza non ha certo agevolato e anche i commercianti ne hanno risentito.

Nonostante la decisione di attivare la Notte Bianca, in programma per San Giovanni in tutta la città, sono poche le attività commerciali aperte di sera in via Po. Attività già in affanno causa lockdown e con un San Giovanni anomalo la situazione non è migliorata.

Un San Giovanni e un’estate diversa post pandemia: non ci resta che sperare per il prossimo anno.

7117

Related Articles

7117
Back to top button
Close
Close