Articoli HPLocali

La movida torinese: nuove indicazioni per il prossimo weekend

2290
Tempo di lettura: 2 minuti

La movida torinese potrebbe avere delle nuove regolamentazioni già dal prossimo weekend.

L’apertura dei locali di fine maggio dopo il blocco imposto dall’emergenza coronavirus, è stata costellata di diversi divieti. Prima fra tutti il divieto di assembramento, l’obbligo dei dispositivi di protezione e dalle ore 19 divieto di vendita di alcolici da asporto.

La Confesercenti ha però, nei giorni scorsi, presentato in comune una lettera con una serie di richieste per modificare tali regole.

Il lockdown ha inevitabilmente messo in ginocchio diverse attività della nostra città e, tra queste, i locali della movida torinese non sono da meno.

La richiesta di allentare le restrizioni da parte dei locali potrebbe risultare un volano per aiutare la ripresa commerciale delle attività.

Le nuove regole

La movida torinese, ripresa in queste settimane, è stata spesso al centro di molte polemiche. Di base due linee di pensiero: gli indignati per alcuni comportamenti irresponsabile e i più sereni urlando ad allarmismi infondati.

In ogni caso la libertà ritrovata ha portato alla ripresa della movida torinese con diverse restrizioni che conosciamo bene. Ma le cose dal prossimo weekend, potrebbero cambiare.

piazza vittorio torino movida
La movida torinese: nuove indicazioni per il prossimo weekend

A richiedere un allentamento di queste restrizioni sono i gestori di locali e bar, soprattutto del centro città dove si concentra di più la movida serale e notturna.

La proposta è di poter restare aperti sino alle 2 di notte e poter vendere alcolici anche dopo le 19:00. La Confesercenti, infatti, sostiene che la situazione è sotto controllo. Anzi, se non si torna agli orari normali, c’è il rischio di assembramenti.

La decisione finale spetta al Prefetto nei prossimi giorni insieme al Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica e verrà presa dopo un’attenta valutazione di quanto è accaduto nei weekend precedenti.

La nuova area pedonale

A seguito degli assembramenti formati sul lungo Po durante gli scorsi weekend dal prossimo venerdì una nuova regola sarà già attiva.

Infatti, per evitare assembramenti alla chiusura dei locali, il Lungo Po Cadorna sarà chiuso alle auto e reso area pedonale per le giornate di venerdì e sabato. In tal modo i locali potranno espandere i loro dehors per garantire il rispetto di distanziamento sociale. Sarà premura dei gestori regolamentate l’accesso ai tavoli e controllare l’afflusso per evitare assembramenti.

Se l’esperimento funziona, l’area pedonale sarà poi estesa anche a Lungo Po Diaz.

 Intanto nelle ultime ore sui social è stato lanciato il primo «beach mob» torinese che si terrà sabato in piazza Vittorio alle 18: l’invito è di partecipare a un ballo di gruppo, a distanza di sicurezza e in tenuta da spiaggia.

beach mob torino
La movida torinese: nuove indicazioni per il prossimo weekend

Il primo flash mob

Intanto sui social è stato lanciato il primo flash mob post coronavirus nato dal desiderio di festeggiare l’estate che è alle porte.

Si chiama «beach mob» e si terrà sabato pomeriggio in piazza Vittorio. Si ballerà tutti insieme, a distanza di sicurezza. Munitevi però di costume, bikini e crema abbronzante perché questa sarà la caratteristica di questo primo flash mob estivo.

2290

Related Articles

2290
Back to top button
Close
Close