Articoli HPTerritorio

A Torino e in Piemonte mascherine obbligatorie dal venerdì al martedì

41068
Tempo di lettura: < 1 minuto

Dalle vie pedonali solo la sera ai dehors nei parchi: ecco tutte le novità che riguardano la movida torinese e non solo

A Torino e in Piemonte mascherine obbligatorie dal venerdì al martedì, compresi. Gli unici due giorni “liberi” rimangono mercoledì e giovedì, dove rimane l’obbligo di indossarla al chiuso e dove non sia possibile il distanziamento di almeno un metro.

Questa la nuova disposizione messa nero su bianco dal presidente Alberto Cirio dopo essersi consultato con il prefetto Claudio Palomba.

Una decisione difficile ma necessaria, dopo l’esperienza non proprio positiva del primo weekend di movida e dell’evento delle Frecce Tricolori che ha fatto ammassare migliaia di persone.

Due momenti che hanno destabilizzato le istituzioni (e i gestori dei locali) e hanno messo a rischio contagio un grande numero di cittadini.

Per questo motivo gli esercenti organizzeranno un flash mob – venerdì dalle 19 alle 20 – per sensibilizzare i giovani sull’importanza dei dispositivi di protezione in momenti di contatto con le altre persone.

A Torino mascherine obbligatorie: un flash mob per sensibilizzare i giovani sull’importanza dei dpi

Si troveranno tutti in piazza Vittorio, Santa Giulia e Quadrilatero come forma di appello a seguire le norme anti-contagio per prevenire un nuovo blocco della movida. Che, oltre tutto, sarebbe fatale per molti ristoranti e cocktail bar.

Questa volta è in gioco non solo la salute di tutti ma anche il posto di lavoro di molti, come ha ricordato il presidente di Confesercenti Torino.

Ma quella della mascherina obbligatoria dal venerdì al martedì a Torino (e in tutto il Piemonte) non è l’unica novità.

Le vie pedonali serali

Uno degli obiettivi dell’amministrazione è allargare lo spazio per le attività di somministrazione rendendo pedonali alcune vie solo in orario serale.

Ecco quali vie interesseranno:

  • Via Saluzzo
  • via Baretti
  • piazza Madama Cristina
  • Ponte Rossini sulla Dora
  • Lungo Po Cadorna (il tratto dei Murazzi)

I dehors nei parchi

Un’altra questione al vaglio riguarda l’installazione o ampliamento dei dehors sui prati. I locali che si estendono (al chiuso) per una superficie inferiore ai 250 metri quadri, potranno avere uno spazio all’aperto di 60 mq. Ma guai a creare assembramenti o a ostacolare la viabilità.

Se la proposta passa al Consiglio, si avranno nuove installazioni nei parchi:

  • Valentino
  • Tesoriera
  • Pellerina
  • Rignon

Ma le iniziative includono anche Colletta, Vallere, Meisino, Sangone e i parchi nei dintorni di Torino.

Tag
41068

Related Articles

41068
Back to top button
Close
Close