Articoli HPTerritorio

Torino, vie pedonali e mascherina obbligatoria: le nuove regole della movida

6796
Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo il primo weekend caotico, arriva la circolare con nuovi provvedimenti che riguarda locali e ristoranti. Tutte le novità per il prossimo fine settimana

A Torino nuove regole per la movida. A deciderlo è il Comitato per la Sicurezza che in questi giorni si riunirà con la Sindaca, il presidente di Regione, le circoscrizioni e i rappresentanti di categoria.

Dopo le immagini di folle riverse lungo i locali e lunghe file di auto – soprattutto lungo il ponte della Gran Madre – che hanno fatto risorgere il traffico in città, si dovevano prendere dei provvedimenti.

Il primo weekend di apertura di ristoranti e cocktail bar è stato promosso dai più, ma chi era presente in piazza Vittorio dopo la mezzanotte sa che la verità è un’altra. La mascherina era una rarità e il distanziamento sociale era davvero difficile da mantenere.

Torino, vie pedonali e mascherina obbligatoria: le nuove regole della movida

L’unico applauso andrebbe ai gestori dei locali che hanno messo la sveglia all’1 per chiudere puntuali le serrande e a un quarto d’ora dalla chiusura non servivano più drink.

Ma dal prossimo weekend cambia tutto.

In arrivo le nuove regole della movida a Torino

La mascherina diventerà obbligatoria, anche all’aperto, per gli avventori dei locali. A breve un’ordinanza ah hoc lo renderà ufficiale.

Alcune vie diventeranno temporaneamente pedonali per deviare il traffico delle auto e allargare lo spazio riservato agli esercizi. In questo modo si potrà cenare o fare un aperitivo distanziati e in sicurezza.

Sorte che potrebbe toccare con tutta probabilità alle strade di San Salvario, da via Saluzzo a via Baretti. Ma anche lo spazio coperto di piazza Madama Cristina potrebbe diventare off-limits per le auto, permettendo così ai locali di allargarsi in piccoli dehors. Altrimenti molti rimarrebbero chiusi.

I locali potrebbero avere, d’ora in avanti, un sistema di prenotazione dei tavoli per evitare la ressa davanti all’entrata e lunghe attese dei clienti.

Le forze dell’ordine, poi, vigileranno sul corretto comportamento di tutti fino alle due di notte (quindi anche oltre l’orario di chiusura). E se finora hanno chiuso un occhio su determinate violazioni, dal prossimo weekend promettono tolleranza zero.

Tag
6796

Related Articles

6796
Back to top button
Close
Close