Articoli HPTerritorio

Primo weekend di libertà in Piemonte: niente movida e nuove misure anti-assembramento

4207
Tempo di lettura: 2 minuti

A Torino divieto di vendita alcolici dalle 19 e chiusura dei locali all’1. Ecco le nuove indicazioni anti-assembramento nei centri commerciali e davanti ai pubblici esercizi che apriranno il 23 maggio

Niente movida e nuove misure anti-assembramento in Piemonte. Questi i punti clou che si collegano alla riapertura di bar, ristoranti e locali prevista per domani, sabato 23 maggio.

Questa volta il faro della Regione e, in particolare del capoluogo, è puntato sul distanziamento sociale per tutelare la salute dei cittadini. Ecco che spuntano nuovi paletti per evitare forme di aggregazione nei punti tipici della movida cittadina e nei centri commerciali.

Proprio questa mattina si è tenuta la conferenza stampa per raccontare le nuove indicazioni che saranno contenute nelle nuove ordinanze del Presidente della Regione Alberto Cirio e della Sindaca di Torino Chiara Appendino.

Ad aprire la riunione è il prefetto di Torino, Claudio Palomba, che ha dato piena fiducia ai cittadini per questa fase due dell’emergenza. “Ci appelliamo al buon senso di tutti”, ha detto prima di lasciare la parola al presidente.

La novità principale che arriva dalla Regione è il rafforzamento dell’obbligo dei dispositivi di protezione nei luoghi con più concertazione di persone. Già da domani, infatti, bisognerà indossare la mascherina ovunque nell’ambito dei centri commerciali (sia al chiuso che all’aperto dunque). Anche nel parcheggio.

Primo weekend di libertà in Piemonte: niente movida e nuove misure anti-assembramento

Poi ha anticipato i risultati della “pagella del Piemonte” per quanto riguarda l’andamento del virus. Promossa anche questa settimana.

Il tasso di contagiosità rimane basso, e sarà proprio questo indice a dare il via libera o meno agli spostamenti interregionali del 3 giugno.

“Da come ci comporteremo nei prossimi giorni – ha detto il presidente Alberto Cirio – dipenderà il futuro della nostra Regione”.

Le nuove misure anti-movida a Torino

Per il primo weekend di aperture dei locali, una nuova ordinanza della Sindaca Appendino ha già messo il freno alla movida torinese.

“Si tratta di un’ordinanza sperimentale”, ha precisato la prima cittadina. Una volta chiuso il fine settimana, infatti, si valuterà il comportamento dei cittadini, si tireranno le somme e si deciderà per i prossimi weekend.

Ecco cosa prevede la nuova ordinanza

Nelle zone di Torino di Vanchiglia, San Salvario, Quadrilatero e piazza Vittorio:

dalle ore 19 divieto di vendita di alcolici da asporto.

Si può invece consumare nel perimetro del locale (nello spazio del dehor) sempre mantenendo le distanze.

L’ordinanza varrà per i giorni 23 e 24 maggio e poi da giovedì a domenica della prossima settimana.

In tutto il Piemonte:

Chiusura di bar, ristoranti e cocktail bar tassativamente all’1 di notte.

Ci sarà poi un rafforzamento dei controlli che veglieranno sul rispetto della distanza interpersonale.

Ma che cosa si intende con assembramento?

“Già due o tre persone che non rispettano la distanza minima, – ha specificato il questore di Torino – è assembramento”. Le forze dell’ordine potranno intervenire e ne risponderanno tutti coloro che fanno parte dell’assembramento.

La sanzione è quella già prevista dal dpcm e cioè una multa che va da 300 a 4000 euro. La revoca della licenza per i locali che invece non rispettano le nuove normative.

Tag
4207

Related Articles

4207
Back to top button
Close
Close