Articoli HPTerritorio

La festa di Santa Rita: niente processione e messa in streaming.

3644
Tempo di lettura: 2 minuti

La festa di Santa Rita quest’anno cambia modalità. Per rispettare le regole imposte utilizzerà lo streaming.

Per evitare assembramenti, il programma è stato ripensato nel rispetto delle modalità richieste dalle Autorità civili.

La festa di Santa Rita da Cascia, nell’omonimo quartiere torinese, che richiama ogni anno migliaia di pellegrini, si deve adeguare alla norme imposte dalla pandemia.

Modalità di partecipazione

Il mese di Maggio è il mese della celebrazione di Santa Rita da Cascia ma quest’anno sarà senza rose e senza processione.

Il nuovo programma della festa di Santa Rita è dettagliato sul sito della Diocesi di Torino.

Le maggiori novità sono lo streaming e la prenotazione per partecipare. I giorni della festa sono 21-22-23 Maggio:

  • 22 e 23 maggio, l’accesso al santuario sarà possibile solo previa prenotazione on-line dal sito www.srita.it, dalle 6 alle 18
  • 22 maggio, alle 21, la Santa Messa verrà trasmessa in diretta su Rete 7 e in streaming su www.srita.it 
  • le rose benedette potranno essere richieste attraverso il sito www.srita.it o alla segreteria del santuario e saranno spedite a casa tramite corriere

Al termine della Santa Messa del 22 la statua sarà portata sulla piazza antistante e le campane suoneranno a festa. Verrà acceso un fuoco, come avvenne la notte della morte di Santa Rita, il 22 maggio 1457.

santa rita
La festa di Santa Rita: niente processione e messa in streaming.

I pellegrini

La festa di Santa Rita raduna, da sempre, migliaia di pellegrini. Sarà data loro la possibilità di entrare nel santuario ma con modalità diverse.

Previa prenotazione, quando i pellegrini arriveranno, dovranno mostrare la ricevuta di prenotazione ai volontari.

Potranno poi entrare in santuario ma in modo contingentato. I volontari assicureranno la sicurezza della fila esterna che si verrà inevitabilmente a a creare.

Entrati in santuario i pellegrini saranno convogliati in un percorso obbligatorio che li porterà davanti alla statua per una breve preghiera.

Ovviamente tutti i fedeli dovranno rispettare la distanza di sicurezza di 1 metro e mezzo e dovranno indossare la mascherina di protezione. 

Il percorso obbligatorio inizierà da Via Barletta angolo Via Cadorna, dove verrà posizionato un gazebo.

Dall’ingresso di Via Barletta 21 potranno entrare le persone disabili con autovettura e dall’interno saranno accompagnati in santuario dai volontari.

La Festa di Santa Rita vede sempre un grande coinvolgimento ma questo 2020 prevede la celebrazione in modo inedito.

I giorni di festeggiamenti devono, però, essere un forte segno di speranza per tutti.

3644

Related Articles

3644
Back to top button
Close
Close