Articoli HPTerritorio

Ancora chiusi a Torino spazi per i giochi e aree sport: prorogato il divieto di utilizzo

1626
Tempo di lettura: 2 minuti

Torino gli spazi per i giochi e le aree dedicate allo sport resteranno ancora chiuse.

Lo ha deciso l’amministrazione comunale, che, nella persona della Sindaca, Chiara Appendino, ha sottoscritto la proroga dei divieti di utilizzo delle aree in questione.

La chiusura delle aree dedicate allo sport e al tempo libero per i bambini

Nonostante l’inizio da oltre due settimane della Fase 2, si dovrà rinunciare ancora ad usare alcune parti dei parchi cittadini.

Questo perché le zone dedicate ai giochi per i bambini, allo svago e all’esercizio di attività come il calcio, il calcetto e il basket, non potranno essere regolarmente frequentati.

Una decisione che si accosta alla possibilità di poter correre (che non è stata negata nemmeno nel corso della Fase 1) e di fare movimento ed esercizi all’aperto, come un passeggiata in bicicletta.

Per poter dare l’opportunità a tutti di uscire per scegliere l’attività fisica preferita, dunque, occorrerà ancora attendere qualche settimana.

Ancora chiusi a Torino spazi per i giochi e aree sport: prorogato il divieto di utilizzo

La durata dello stop

Come ha già precisato Palazzo Civico, il provvedimento in questione ha il compito di prorogare lo stop fino a data da destinarsi di queste aree.

Una manovra che è stata adottata perché non sono ancora stati forniti chiarimenti dal Governo Centrale circa l’applicazione dell’Allegato 8 al Dpcm dello scorso 17 maggio.

Pertanto, l’amministrazione comunale ha scelto di mettere al primo posto la tutela estrema della salute dei cittadini soliti all’utilizzo delle suddette aree.

Per i bambini e per gli sportivi amatoriali, dunque, ci sarà da aspettare fino a quando non saranno rese note nuove indicazioni sui comportamenti da seguire. Solo così i singoli comuni potranno sapere come regolarsi.

La futura riapertura di queste aree dipenderà da diversi fattori. Spicca su tutti quello della sanificazione, che sarà una pratica piuttosto consueta, da attuare almeno una volta al giorno.

Il contenimento della diffusione del virus passerà anche e soprattutto dalla continua igienizzazione degli spazi, che vengono utilizzati da chiunque, anche da potenziali asintomatici.

Altro punto cardine della ripartenza sarà rappresentato dai controlli, con numerosi agenti e volontari pronti a verificare che tutto si svolga nel rispetto delle normative, per la salvaguardia della salute di tutti i torinesi.

Foto da www.stainforma.it

Tag
1626

Related Articles

1626
Back to top button
Close
Close