Articoli HPTerritorio

A Torino negozi aperti ma c’è chi ha chiuso per sempre. Boom di clienti nei centri commerciali

11257
Tempo di lettura: 2 minuti

Ritardi nelle comunicazioni delle misure di sicurezza, mancanza di liquidità per i titolari e per i clienti. Le attività commerciali ripartono ma col freno a mano tirato

A Torino i negozi sono di nuovo aperti, ma non tutti sono riusciti a superare la crisi derivata dal lockdown.

A confermarlo sono i dati dell’Ascom che hanno visto riaprire il 90% delle attività commerciali. Rimane nell’ombra quel 10% che, invece, non ce l’ha fatta a rialzare la serranda e rimarrà chiuso per sempre. E molti si trovano in pieno centro di Torino.

Non che la periferia se la passi tanto meglio, anzi. Impossibile ignorare i tanti cartelli “affittasi” attaccati alle vetrine di coloro non sono riusciti a sobbarcarsi il peso degli alti canoni e delle bollette. Spese a vuoto a fronte di incassi zero.

Il problema principale degli esercenti è la mancanza di liquidità, come denuncia lo stesso presidente di Confesercenti, Giancarlo Banchieri, che si è sempre prodigato per la riapertura anticipata del settore. Una situazione condivisa con la maggior parte della clientela che sta ancora aspettando la cassa integrazione e che determina un freno negli acquisti.

Negozi di nuovo aperti a Torino: i cittadini tornano a frequentarli, ma ancora una volta sono le grandi catene ad essere privilegiate

Nonostante ciò, i cittadini non hanno perso un minuto di più per tornare nei propri negozi preferiti. Tanti hanno accolto l’appello di salvaguardare il Made in Italy e si sono rivolti al commercio di vicinanza, ma molti di più sono stati quelli che si sono lanciati direttamente nei centri commerciali.

Lo testimonia il traffico veicolare registrato da 5T (aumentato del 12% rispetto a lunedì scorso) e l’afflusso di persone nelle grandi vie dello shopping e fuori dalle grandi catene. Ieri c’era la coda da H&M e al punto vendita della Nike, centinaia di persone alla Rinascente e altrettante a Le Gru o da Decathlon. E persino all’Ikea.

La Rinascente Torino
A Torino negozi aperti ma c’è chi ha chiuso per sempre. Boom di clienti nei centri commerciali (fonte foto: larinascente.it)

Segno che la gente ha voglia di riprendersi gli spazi abbandonati durante la Fase uno dell’emergenza, anche se non sempre riesce a spendere.

Per i titolari dei negozi aperti nuovamente a Torino sarà una lenta e difficile ripresa, insomma. Anche considerano i costi di sanificazione, di approvvigionamento di gel igienizzante e guanti per i clienti e la messa in opera di tutte le misure di sicurezza. Un costo che a mala pena si può coprire con il fantomatico bonus dei 600 euro.


Torino, ritornano i banchi non alimentari nei mercati, ma con nuove regole

Tag
11257

Related Articles

11257
Back to top button
Close
Close