Articoli HPSanità

Il Piemonte fa scorta di tamponi: sono 625mila e serviranno per il tracciamento degli asintomatici

1131
Tempo di lettura: < 1 minuto

Si è chiusa la gara bandita dalla Regione Piemonte per acquistare test e reagenti. Cinque laboratori privati lavoreranno insieme a quelli pubblici per analizzare fino a 9mila tamponi al giorno

Il Piemonte fa scorta di tamponi oro-faringei per il tracciamento dei casi positivi al Coronavirus.

Dopo una gara bandita dalla Regione, sono stati individuati cinque laboratori da affiancare ai 21 già in attività nel territorio piemontese per l’analisi dei test.

Si tratta del Centro Antidoping di Orbassano, della Fondazione per l’Oncologia di Candiolo e dell’Istituto Zooprofilattico Piemonte e Valle d’Aosta. A cui si aggiunge la Rete Diagnostica Italiana con sede a Padova e il Synlab Italia di Monza. A renderlo noto è La Stampa.

Riusciranno a processare dai 400 ai 4mila tamponi al giorno, che daranno risultati in massimo 48 ore. Il prezzo per ogni test, prelievo e comunicazione dei risultati inclusi, oscilla dai 30,62 ai 60 euro circa.

Il totale? 47 milioni investi nella salute dei cittadini.

Con questi numeri, infatti, si riuscirà a tracciare sempre più casi positivi nella speranza di far riemergere anche gli asintomatici e prevenire lo sviluppo di nuovi focolai.

Questa la strategia – incentrata sui tamponi – attuata dalla Regione Piemonte per la fase due dell’emergenza.

Con le riaperture che seguiranno nei prossimi giorni, il rischio di contagio si farà sempre più alto, ma ora abbiamo gli strumenti per affrontarlo.

“In dieci settimane siamo passati da 0 a 40mila test, da 2 a 21 laboratori”, ha detto soddisfatto l’assessore alla Ricerca e all’Innovazione Matteo Marnati.

Il prossimo step? Aumentare la capacità di lavoro della rete dei laboratori pubblici per superare i 9mila tamponi al giorno.

Tag
1131

Related Articles

1131
Back to top button
Close
Close