Articoli HPTrasporti

Fase due, a Torino più bus e tram in circolazione e metro sorvegliata

11524
Tempo di lettura: 2 minuti

Dal 4 maggio più mezzi, segnaletica a terra, controllori in metropolitana. Ecco come sarà il trasporto a Torino

Da lunedì 4 maggio Gtt annuncia l’incremento di bus e tram in circolazione a Torino per la fase due. Attualmente il servizio è attivo al 45% (come ad agosto, in pratica) a causa dell’emergenza sanitaria che ha tenuto a casa gran parte dei torinesi.

Ma con la riapertura di alcune fabbriche e aziende prevista dal nuovo Dpcm, l’azienda dei trasporti dovrà necessariamente potenziare il servizio per evitare assembramenti sui mezzi. Non sarà un ritorno alla normalità, ma ci sarà un aumento del 20% sul numero di bus e tram che viaggeranno.

Percentuali ancora troppo basse secondo i sindacati, che temono per la salute dei lavoratori. Ma una ripresa del servizio a pieno regime sarebbe letale per Gtt. Aumentare i mezzi e gli autisti a dismisura tenendo inalterato il numero di biglietti, porterebbe a un esborso intollerabile per l’azienda, già afflitta dall’emergenza.

Con la riapertura dello stabilimento FCA di Mirafiori già da questa settimana sono state ripristinate le linee 90 (da Falchera), 93/ (da San Mauro), 94 (da piazza Statuto), 95 (da corso Tazzoli), 97 (da Rivoli) e 99 (da Santena).

Intanto proseguono le quotidiane azioni di sanificazione e disinfezione dei mezzi pubblici. E per quanto riguarda bus e tram, anche nella Fase due, la porta anteriore rimarrà chiusa per la sicurezza dell’autista. Si potrà salire e scendere dalle porte centrali e posteriori.

Per il momento è ancora valido il vademecun di Gtt sulle regole da rispettare nell’utilizzo del trasporto pubblico:

1- effettuare la coda in fermata distanziati di almeno un metro

2- iniziare la coda ad un metro dalla palina di fermata

3- non salire in vettura se non sussiscono le condizioni di sicurezza (distanziamento interpersonale)

4- il conducente potrà segnalare alla centrale la necessità di aumentare la flotta

5- il conducente può chiedere l’intervento delle forze dell’ordine in caso di potenziale rischio

Scopri di più

Novità in metropolitana

Per quanto riguarda la metropolitana, non ci sarà un sistema automatico di conta-persone come si pensava in un primo momento.

Entreranno in servizio, invece, degli addetti alla sicurezza che gestiranno i flussi di entrata e di uscita per evitare assembramenti.

Per facilitare gli spostamenti è probabile che vengano identificati dei varchi di sola entrata e dei varchi di sola uscita per differenziare i flussi e renderli più fluidi.

L’obbligo della mascherina

Da come si evince dal Dpcm del 26 aprile, a partire dal 4 maggio sarà obbligatorio indossare la mascherina sui mezzi di trasporto pubblico.

Una raccomandazione sottolineata più e più volte anche nel protocollo per la sicurezza stilato dal Politecnico di Torino.

Tag
11524

Related Articles

11524
Back to top button
Close
Close