Articoli HPTerritorio

Da Rivoli il test per captare il Coronavirus sul posto di lavoro

1792
Tempo di lettura: 2 minuti

In provincia di Torino l’azienda che produce il test in grado di rilevare il virus nei luoghi di lavoro. Servirà per la Fase due dell’emergenza

È di Rivoli l’azienda che produce il test in grado di captare il Coronavirus sul posto di lavoro. Sarà essenziale per la Fase due dell’emergenza, quella di convivenza con il nemico invisibile.

Dal 4 maggio, infatti, ripartiranno alcune aziende e i lavoratori riprenderanno la loro attività a contatto con i colleghi. Per questo sarà importante rispettare un rigido protocollo di sicurezza per evitare l’insorgere di nuovi focolai.

Da questa esigenza nasce il test per rilevare il Coronavirus sul posto di lavoro, prodotto dalla Sersys Ambiente di Rivoli, in provincia di Torino. Si tratta di un’azienda specializzata in servizi ambientali (come bonifiche, gestione dei rifiuti, eccetera) che ha messo in campo i suoi strumenti di analisi per affrontare l’emergenza sanitaria attuale.

Come funziona il test per rilevare il Coronavirus

A spiegare il funzionamento del test è la stessa azienda. Il personale della Sersys effettuerà un tampone all’interno dello spazio di lavoro che verrà poi analizzato in laboratorio. In 48 ore è possibile ricostruire la RT-PCR, ovvero la reazione a catena della polimerasi inversa per verificare la presenza o meno del virus.

Il test si può effettuare sulle superfici di frequente contatto (maniglie delle porte, tastiere dei pc, terminali, cellulari, macchinette del caffè…). Ma anche negli ambienti di lavoro, negli impianti di ventilazione, nei supermercati e molto altro. Insomma, questo tipo di tampone potrà valutare la sicurezza microbiologica degli spazi in cui ci troviamo.

Da Rivoli il test per captare il Coronavirus sul posto di lavoro (fonte foto: Sersys Ambiente)

Perché è così importante?

Il Coronavirus si diffonde principalmente attraverso i cosiddetti droplets, ovvero le goccioline emesse durante il respiro, colpi di tosse, starnuti o semplicemente parlando. Dagli ultimi studi è emerso che tali particelle potrebbero depositarsi sulle superfici e il virus in esse contenute potrebbe sopravvivere. Fino a 3 giorni se si tratta di superfici in plastica o acciaio, fino a 24 ore sul cartone, e fino a 4 ore sul rame.

È questa la ragione per cui bisogna lavarsi spesso le mani e non portarle a contatto con bocca, naso e occhi.

Per questo motivo risulta importante la verifica microbiologica delle superfici di lavoro e degli impianti dell’aria. Un modo per preservare ulteriormente la salute dei lavoratori.

L’individuazione del Coronavirus

Se dal tampone viene rilevato il Coronavirus sul posto di lavoro, il personale della Sersys Ambiente provvederà alla disinfezione e sanificazione dell’ambiente contaminato. In questo modo i lavoratori potranno continuare a svolgere le proprie attività con un’accortezza in più.

Tag
1792

Related Articles

1792
Back to top button
Close
Close