Articoli HPCronaca di Torino

Il Covid-19 Hospital di Verduno fatica a partire: meno posti disponibili rispetto al progetto iniziale

359
Tempo di lettura: < 1 minuto


Il Covid-19 Hospital di Verduno ancora in allestimento: mancano numerosi posti disponibili


Il Covid-19 Hospital di Verduno è ancora in fase di allestimento.
La struttura ospedaliera appositamente attrezzata per fare fronte all’emergenza del Coronavirus sta attraversando un periodo di stallo, a causa delle difficoltà emerse con la burocrazia.


Come affermato anche dal commissario straordinario per l’apertura del nuovo straordinario, Giovanni Monchiero, c’è ancora molto da fare per poter disporre della struttura funzionante in tutta la sua interezza.


Il dirigente sanitario ha infatti sottolineato come, nonostante l’amministrazione regionale avesse tagliato i tempi della sua inaugurazione, l’ospedale mette oggi a disposizione 55 posti letto di degenza ordinaria e altri 7 nella terapia semi-intensiva.

Insomma, una cifra nettamente inferiore rispetto ai 160 posti previsti dal progetto iniziale.

A ciò si aggiunge una carenza di personale piuttosto evidente, che ha effetti anche sugli altri ospedali, considerando la redistribuzione delle risorse del personale.


Gli altri esempi in regione


Il Covid-19 Hospital di Verduno rappresenta solo uno dei tanti esempi in regione di strutture appositamente utilizzate per combattere il virus.
Oltre al presidio della provincia di Cuneo, infatti, altri luoghi del Piemonte sono stati impiegati completamente per limitare al minimo i contagi.


Basti pensare alle OGR, che recentemente si sono trasformate in una sorta di presidio ospedaliero.

Nelle primissime settimane di emergenza, le Officine Grandi Riparazioni, infatti, sono state indicate come una delle destinazioni ideali per ospitare circa cento posti in terapia subintensiva.

Una trasformazione rapida ed efficace, che ha reso possibile il riutilizzo di ambienti che, altrimenti, sarebbero rimasti inutilizzati, vista la loro attuale funzione di organizzazione di eventi (dopo un lungo passato industriale).


Un nuovo punto di riferimento e di forza del capoluogo piemontese, in prima linea per dare un supporto nella lunga e dura battaglia contro il Coronavirus.

359

Related Articles

359
Back to top button
Close
Close