Articoli HPSanità

Coronavirus, Piemonte sul podio delle regioni più colpite d’Italia

17178
Tempo di lettura: 2 minuti

La situazione Coronavirus in Piemonte, terza tra le regioni più colpite, rischia di superare sia l’Emilia Romagna. Torino quarta provincia con più contagi

Mentre il contagio si sta assestando guardando al contesto nazionale, la situazione Coronavirus in Piemonte è ancora in bilico.

Secondo gli ultimi dati che abbiamo a disposizione (13 aprile ore 18), il Piemonte si trova sul podio delle regioni più colpite d’Italia, dopo Lombardia ed Emilia Romagna. Ma nei prossimi giorni potrebbe persino superare l’Emilia ed affiancarsi alla regione dove ha avuto origine il focolaio.

Grafico Coronavirus in Lombardia, Emilia e Piemonte
Coronavirus, Piemonte sul podio delle regioni più colpite d’Italia (grafico de Il Sole 24 ore)

Il problema principale? La penuria di tamponi.

Molti casi positivi, infatti, potrebbero essere ancora sommersi. Lo dimostra il dato dell’11 aprile, giorno in cui sono stati rilevati più contagi finora: 996 in tutta la regione. In quella giornata quasi il 20% dei tamponi rilevati è risultato positivo, una percentuale molto alta se paragonata all’8% dell’Emilia. A sottolinearlo anche il fisico Giorgio Sestili, co-fondatore della pagina Facebook “Coronavirus, dati e analisi scientifiche”.

Tra le regioni del nord più colpite, il Piemonte è arrivato a quota 71.615 tamponi, meno di Emilia Romagna (99.047), meno della metà del Veneto (203.194), quasi un terzo rispetto alla Lombardia (211.092).

Ne è consapevole l’Unità di Crisi e lo stesso governatore Alberto Cirio che in più comunicati sottolinea la difficoltà del laboratori piemontesi a sfornare test e risultati. Al principio dell’emergenza la regione aveva soltanto due laboratori, tra poco diventeranno 20, ma manca ancora del personale che si occupi di effettuare analisi.

La situazione Coronavirus in Piemonte

Ad oggi in Piemonte sono state registrate 17.246 persone positive al virus. In base alla provincia così distribuiti: 2.338 ad Alessandria, 806 ad Asti, 679 a Biella, 1.644 a Cuneo, 1.613 a Novara, 8161 a Torino, 835 a Vercelli, 876 nel Verbano-Cusio-Ossola, 203 residenti fuori regione, ma a carico delle strutture sanitarie piemontesi.

Torino si conferma la provincia più colpita a livello regionale e la quarta a livello nazionale, dopo Milano, Brescia e Bergamo.

L’unico dato positivo riguarda il calo dei pazienti in terapia intensiva: 371 attualmente, dieci in meno rispetto al giorno prima.

I guariti, invece, arrivano a quota 1372 e c’è un altro migliaio di pazienti in via di guarigione.

Tag
17178

Related Articles

17178
Back to top button
Close
Close