Articoli HPIn Rilievo

Nessuna fase due dopo Pasqua, il Piemonte e l’Italia continua a restare ferma

13453
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il comitato tecnico-scientifico frena Conte: nessuna fase due dopo Pasqua, le aziende non possono ripartire. Domani il nuovo decreto

Il comitato tecnico-scientifico del governo ha dato il suo responso: nessuna fase due dopo Pasqua, non sussistono le condizioni per ripartire.

L’unica eccezione potrebbe riguardare alcuni comparti industriali essenziali, ma a patto che vengano fermamente rispettate le misure di sicurezza.

Un vero e proprio mattone da digerire per il presidente del Consiglio che aveva espressamente richiesto la ripartenza per non andare incontro al fallimento.

Il nuovo decreto

Domani, venerdì 10 marzo, il Premier Conte firmerà l’ennesimo decreto: lockdown per altri quindici giorni.

Nessuna fase due dopo Pasqua dunque, il Piemonte e l’Italia intera resteranno fermi. Una decisione presa alla luce dei numeri ancora altalenanti che in molte regioni, compresa la nostra, non fanno altro che confondere esperti e non.

Tag
13453

Related Articles

13453
Back to top button
Close
Close