Articoli HPTerritorio

Torino, nel weekend record di multe per chi si trovava fuori casa senza motivo. Appendino annuncia più controlli

536
Tempo di lettura: < 1 minuto

A Torino troppe violazioni delle misure di contenimento, sabato sono aumentate vertiginosamente le multe per chi si trovava fuori casa senza motivo. La Sindaca Appendino annuncia controlli più serrati

Nel weekend record di multe a Torino per chi si trovava fuori casa senza giustificato motivo.

Di solito la percentuale di sanzionati si aggira intorno al 5% delle persone fermate dalla polizia locale. Ma il sole caldo del fine settimana che ha avvolto la domenica delle Palme ha spinto molti più cittadini a violare le norme di contenimento del virus.

Solo nella giornata di sabato 4 aprile il 13% dei controlli ha seguito una multa per chi è uscito casa senza una valida ragione.

“Lo dico senza troppi giri di parole: non va bene – ha scritto la Sindaca di Torino in un lungo post – Molliamo adesso e corriamo il rischio concreto di dover ricominciare tutto daccapo”.

Un rischio che la provincia di Torino, con più di 6mila positivi e 464 deceduti, non può di certo correre.

Poi l’annuncio di nuovi e più serrati controlli.

Già da qualche giorno sono attivi gli occhi dei droni che sorvolano la città alla ricerca dei furbetti della quarantena nei punti meno abitati della città. Un aiuto tecnologico che servirà a liberare parte delle forze dell’ordine e ad impiegarle tra le vie cittadine al servizio del pubblico.

“È esattamente questo il momento in cui non dobbiamo abbassare la guardia se vogliamo superare questa crisi il prima possibile”, conclude la Sindaca augurandosi che non ci sia in futuro un nuovo record di multe a Torino.

Le multe per chi esce di casa

È stato il governo stesso ad inasprire ulteriormente le sanzioni per chi esce di casa senza una valida giustificazione (legata a motivi di salute, di lavoro o di assoluta necessità).

Coloro che escono a piedi potranno prendere da 400 fino a 3000 euro di multa. Fino a 4000 se si esce con un veicolo.

Nell’ultima autocertificazione, inoltre, si dichiara di non essere positivo al covid19 e di non essere sottoposto a quarantena. Nel caso in cui un positivo violi la quarantena, rischia il carcere da uno a cinque anni per delitto colposo contro la salute pubblica.

Tag
536

Related Articles

536
Back to top button
Close
Close