Articoli HPTerritorio

Torino, dopo le Rsa picco di contagi nei dormitori: ospiti e operatori quasi tutti positivi

2451
Tempo di lettura: < 1 minuto

È allarme Coronavirus anche all’interno dei dormitori di Torino, picco di contagi tra i senzatetto e gli operatori che si occupano di loro. Le cooperative: “Ora rischiamo di dover chiudere”

È scoppiato l’allarme Coronavirus anche all’interno dei dormitori di Torino. A farlo presente la lettera firmata da Gianni Gallo e Giancarlo Gonnella, presidenti rispettivamente di Confcooperative Piemonte e Legacoop Piemonte.

“Diverse persone accolte sono state dichiarate positive ai test Covid-19 e diversi operatori sono ammalati e in cura”.

Una richiesta d’aiuto indirizzata alla Sindaca Chiara Appendino, al prefetto Palomba e al presidente della regione Alberto Cirio.

Si parla addirittura di focolai scoppiati dentro le case di ospitalità notturna per senzatetto. In questi ambienti i contagi sono facili: nonostante ci siano letti separati, non si riesce a rispettare la distanza di sicurezza. Cosicché, se il virus da fuori è riuscito ad entrare all’interno delle strutture, sarà difficile uscirne illesi. Non bastano le misure di contenimento come mascherine, guanti o il controllo della temperatura corporea.

“Non siamo una struttura sanitaria. Non abbiamo i mezzi per gestirla”, si legge chiaramente nella lettera.

Serve molto di più.

Contagi nei dormitori di Torino, operatori decimati

Anche operatori che prestano il proprio servizio all’interno dei dormitori sono rimasti contagiati.

Nella struttura di via Reiss Romoli, “delle nove persone che ci lavoravano – fa sapere Cinzia Policastro, presidente della cooperativa che gestisce il dormitorio – sette erano già ferme tra positivi e quarantene”.

È facile a questi ritmi arrivare a zero personale. E la casa di accoglienza dovrà necessariamente chiudere, lasciando allo sbaraglio le persone senza fissa dimora. Quattro di loro sono già in ospedale, altri non hanno neanche la possibilità di chiudersi in una casa per stare in quarantena.

Da qui la richiesta disperata delle cooperative per avere un aiuto concreto dalle istituzioni locali. Domani Unità di Crisi, Prefettura e Comune si riuniranno per trovare delle soluzioni a questa situazione di emergenza.

Servono nuove strutture idonee ad ospitare i senzatetto in condizioni di sicurezza per loro e per il personale. E servono i tamponi per contenere i contagi nei dormitori di Torino.

Tag
2451

Related Articles

2451
Back to top button
Close
Close