Articoli HPCronaca di Torino

Arrivano in Piemonte nuovi medici per il Coronavirus: 21 volontari per combattere il virus

189
Tempo di lettura: < 1 minuto

In Piemonte nuovi medici per il Coronavirus: i volontari in arrivo da tutta Italia


Sono operativi in Piemonte nuovi medici per il Coronavirus.

In queste settimane di forte emergenza per tutto il Paese, in particolar modo per il Nord Italia, occorrono soluzioni straordinarie per poter far fronte alle difficoltà.


Il virus, che sta letteralmente paralizzando quasi tutte le regioni, deve essere combattuto con l’aiuto di tutte le risorse disponibili.

Così, il Governo centrale ha disposto l’apertura di un bando per reperire infermieri e medici volontari, tra coloro che attendono un posto (avendone i requisiti) e chi invece non è più in servizio (dopo aver maturato il diritto al pensionamento).


Da Roma, dunque, è in corso uno smistamento di tutti i coraggiosi e disponibili che hanno risposto alla ricerca lanciata. A Torino sono quindi giunti, nella giornata di giovedì 2 aprile, gli addetti assegnati alle strutture ospedaliere locali.


La distribuzione dei medici a Torino e nelle altre province


Per la precisione, sono ventuno i medici assegnati ai presidi piemontesi.
Nello specifico, è Verduno (con il suo Covid-Hospital) a beneficiare della maggior quota di operatori, con sette innesti.

Segue Torino con sei dottori, mentre ne sono stati assegnati due a Novara, uno ad Asti, uno ad Alessandria, uno a Biella, uno a Cuneo, uno a Vercelli e uno nel Verbano-Cusio-Ossola.
Sono arrivati anestesisti e rianimatori, che hanno deciso di prendere parte a questa sfida.

Una battaglia da combattere in prima linea, che può essere vinta solo con l’aiuto di tutti.

189

Related Articles

189
Back to top button
Close
Close