Articoli HPIn RilievoTerritorio

Coronavirus, in Piemonte scadenza delle misure prorogata a dopo Pasqua

441
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il presidente del Piemonte Alberto Cirio deciso alla proroga della scadenza delle misure di contenimento: la regione potrebbe sbloccarsi la settimana dopo Pasqua. Intanto Cirio chiede poteri straordinari per risanare l’economia

Che la scadenza delle misure di contenimento del contagio in Piemonte venga prorogata non c’è dubbio. La situazione Coronavirus nella regione è ancora instabile: la curva dei contagi sta rallentando, ma ci sono ancora troppi decessi e pochi guariti.

“È evidente che il 3 aprile è una data non potrà essere rispettata, – ha detto Cirio questo pomeriggio in consiglio regionale virtuale – immaginare di tornare alla normalità tra tre giorni credo che sarebbe una follia”.

Alberto Cirio chiederà la convocazione dei capigruppo giovedì, giornata in cui comunicherà ai suoi consiglieri le posizioni delle varie regioni italiane e quella del governo. A quel punto si potrà valutare la nuova scadenza delle misure di contenimento in Piemonte. “Vedremo insieme se è meglio arrivare al giorno dopo pasquetta (14 aprile) o direttamente al lunedì successivo (20 aprile)”.

In altre parole, in Piemonte tutto rimarrà così com’è per quindici-venti giorni ancora.

Cirio chiede poteri straordinari per rilanciare l’economia del territorio

Per il rilancio economico della regione Cirio chiede poi “poteri straordinari, così come per i terremoti o come è successo per il ponte Morandi”. L’unico modo per attuare in modo più rapido possibile il piano di recupero del sistema economico-produttivo piemontese.

Chiede allora un documento da trasmettere al governo per ottenere un’autorizzazione straordinaria per rilanciare il territorio affossato dal Coronavirus.

Un altro tema cruciale è quello del rischio sociale. “Abbiamo il dovere e l’obbligo di aiutare le persone che devono rimanere chiuse in casa – ha ribadito Cirio – e anche per questo ci servono poteri straordinari, o noi diamo soldi alle famiglie o presto non avranno i soldi per fare la spesa”.

Tag
441

Related Articles

441
Back to top button
Close
Close