Articoli HPTerritorio

Gli OSS del Piemonte chiedono sostegno e lanciano una proposta per combattere il Coronavirus

439
Tempo di lettura: < 1 minuto

Gli OSS del Piemonte uniti per far sentire la propria voce

Gli OSS del Piemonte si uniscono per far sentire la propria voce in questo momento di grande difficoltà.

Il Comitato Tecnico Scientifico degli Operatori Socio Sanitari del Piemonte ha infatti realizzato, in formato video, un appello che tocca diversi punti di un argomento piuttosto complesso: la scarsa attenzione riservata agli addetti in questo momento storico complicato.

Nel filmato, gli operatori hanno tenuto a rimarcare, senza l’intento di fare polemica, come non venga adeguatamente riconosciuto il fondamentale ruolo da essi svolto.

Gli operatori socio sanitari sono impegnati nell’assistenza di chiunque ne abbia bisogno. Sono impiegati spesso in ambito ospedaliero e privato, specie nelle Residenze assistenziali sanitarie di diversa complessità.

L’obiettivo di questo messaggio consiste nel rispetto riconoscimento della tutela degli OSS al pari di quelle figure sanitarie come medici e infermieri. Un aspetto non scontato e sul quale occorre lavorare.

La proposta degli OSS del Piemonte per contrastare il virus

Nel video, gli addetti hanno illustrato anche la loro proposta di legge riguardante l’elenco regionale degli O.S.S. Una proposta che in alcune regioni è già stata attuata e che in altre è ancora off per ragioni poco chiare.

Se l’elenco a cui si fa riferimento fosse attuato, sarebbe possibile colmare la carenza di personale O.S.S. dovuta al COVID19 e alle decisioni precedenti, relative ai tagli nel settore. Basti pensare ai contratti proposti e alle condizioni di lavoro, che non risultano idonee e accettabili.

Insomma, un appello a cui è doveroso dare voce, per avere a disposizione altre armi per combattere il Coronavirus.

Tag
439

Related Articles

439
Back to top button
Close
Close