Articoli HPTerritorio

Stare a casa funziona. Cirio: “la curva dei contagiati in Piemonte sta scendendo”

3060
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il Presidente del Piemonte Alberto Cirio analizza i dati e la curva dei contagiati in Piemonte ma consiglia alla cittadinanza di non abbassare la guardia

Gli ultimi dati forniti dall’Unità di Crisi (27/03 ore 19:30) segnano un ulteriore incremento del numero dei positivi in Piemonte: 7.228. Di questi il 47,5% si trova nella provincia di Torino che tocca i 3.435 casi. In 24 ore il numero di decessi è salito di 53 unità (arrivando a un totale di 598 vittime), in decrescita se pensiamo ai 70 del giorno prima e agli 80 di quello prima ancora.

Ne fa un resoconto anche il presidente del Piemonte Alberto Cirio nel suo consueto video-aggiornamento serale.

Da un giorno all’altro i casi positivi al Covid19 in Piemonte aumentano, ma la percentuale di incremento è sempre più bassa.

“L’incremento dei contagiati di ieri rispetto all’altro ieri è stato del 6,25% – spiega Cirio – ma il giorno prima era del 6,62%, quello prima ancora del 7,78%, del’11,61% andando ancora a ritroso”.

Sono gli effetti del contenimento. “Sacrificare molto della nostra libertà porta dei frutti, – sottolinea più volte il presidente – ma ha senso se continuiamo a farlo”.

Basti pensare che il dato di incremento del numero di positivi relativo al 22 marzo era del 15%(praticamente il doppio di ieri), mentre la settimana scorsa avevano punte che toccavano il 29%.

Da quanto si legge nei grafici, la percentuale inizia a scendere dal 23 marzo. Ma bisognerà vedere come andranno i prossimi giorni.

Poi c’è il dato dei guariti: altri tre torinesi sono riusciti ad uscire dalla malattia e portano il numero complessivo di pazienti virologicamente guariti a 38. Segno che “siamo di fronte ad una malattia grave, ma da cui si può guarire” e Cirio ne è testimone diretto. Poi aggiunge: “quando i numeri compenseranno il numero dei malati non potremo dire di aver vinto, bensì di essere sulla strada giusta”.

È importante, dunque, continuare a seguire le misure di contenimento e non abbassare mai la guardia.

“Abbiate ancora pazienza e rimanete chiusi in casa – conclude Cirio nel video – Se abbassiamo la curva, riusciamo a curare tutte le persone che sia ammalano e a uscire più in fretta da questa guerra”.

Tag
3060

Related Articles

3060
Back to top button
Close
Close