Home Articoli HP Coronavirus, in Piemonte la curva fa su e giù: ieri 80 decessi,...

Coronavirus, in Piemonte la curva fa su e giù: ieri 80 decessi, 16 stamattina

Coronavirus Piemonte Curva
Coronavirus, in Piemonte la curva fa su e giu: ieri 80 decessi, 16 stamattina (fonte foto: iltirreno.it)
Tempo di lettura: < 1 minuto

In Piemonte la curva dei decessi da Coronavirus sale e scende, la giornata di ieri contava 80 vittime, stamattina il dato è sceso a 16. L’Assessore Icardi: “la curva epidemiologica sta rallentando”

Dopo l’ultimo dato preoccupante dell’Unità di Crisi regionale che ha registrato un totale di 80 decessi nella giornata di mercoledì 25 marzo, sembra essersi nuovamente rallentata la curva dei decessi in Piemonte. Questa mattina le tabelle mostravano 16 vittime.

Si tratta di 7 persone della provincia di Torino, 1 dell’Alessandrino, 4 del Novarese, 2 del Cuneese, 1 del VCO, 1 residente fuori regione.

Portano il totale dei deceduti a sfiorare i 500. Torino ha superato Alessandria per numero di caduti: 160 (su 3108 contagiati). Segue l’Alessandrino con 120, Novara con 67, Biella con 41, Cuneo e VCO con 31, Vercelli con 24. A questi si aggiungono i 9 residenti fuori regione, ma deceduti in Piemonte.

Al momento, di queste 499 persone, solo nove non avevano patalogie pregresse.

Rallenta la curva dei contagi in Piemonte

Cambia anche la curva dei contagi che, seppur in crescita, non è più esponenziale e fa ben sperare. “La curva epidemica sta rallentando – spiega l’assessore regionale alla Sanità Luigi Icardi – il tempo di raddoppio è passato da 2,2 a 6 giorni”. Vuol dire che i casi positivi in Piemonte raddoppiano ogni sei giorni anziché ogni due giorni e mezzo, come accadeva all’inizio dell’epidemia.

“Se i dati proseguiranno in questo senso – conclude Icardi – inizieremo a vedere la luce”.