Articoli HPTerritorio

Torino, torna in isolamento il paziente uno del Piemonte, Di Perri: “servono altri controlli”

5565
Tempo di lettura: < 1 minuto

Doveva essere dimesso dall’Amedeo di Savoia di Torino, ma l’ultimo tampone risulta di nuovo positivo. Non è ancora finito l’incubo per il quarantenne arrivato da Cesano Boscone, il paziente uno del Piemonte

Proprio in questi giorni doveva tornare a casa il paziente uno del Piemonte, il quarantenne torinese che lavorava per un’azienda del milanese dove aveva contratto il Coronavirus. L’uomo, dopo più di tre settimane di degenza all’Amedeo di Savoia di Torino, aveva eseguito il test ed era finalmente risultato guarito. L’ospedale voleva dimetterlo per fare posto ai nuovi pazienti affetti da Covid19, ma ha dovuto fare marcia indietro.

Il test di controllo eseguito ieri ha infatti riscontrato un basso indice di positività. È scattato dunque nuovamente l’isolamento per il torinese, che ancora per qualche giorno non potrà tornare a casa.

“In questi casi è abbastanza normale che ci sia una fase di oscillazione fra negatività e positività – spiega il professor Giovanni Di Perri, virolo e primario dell’Amedeo di Savoia – succede in tutte le infezioni”.

L’isolamento servirà a tutelare la sua famiglia e l’intera popolazione. “Siamo fiduciosi ma serviranno altri controlli”, continua Di Perri. È fondamentale in questi casi essere sicuri al 100% dell’annientamento del virus per non rischiare un nuovo contagio.

Tag
5565

Related Articles

5565
Back to top button
Close
Close