Articoli HPTerritorio

A Torino fioccano le denunce per violazione della norma anti Coronavirus

11610
Tempo di lettura: < 1 minuto

Ad Orbassano due giovani beccati per strada con le birre in mano, a Nichelino un ragazzo sotto casa della ex, a Torino un uomo in cerca di prostitute

Le forze dell’ordine sono già in servizio per accertarsi del corretto comportamento dei cittadini in seguito alle misure prese dal governo per fermare il Coronavirus. Per due settimane sono vietati gli spostamenti non necessari in tutta Italia. E se molti piemontesi seguono con attenzione la norma, ce ne sono altrettanti che la infrangono. Fioccano allora le denunce a Torino e dintorni per violazione delle norme anti-Coronavirus.

È il caso di due ventenni di Orbassano beccati con le birre in mano con l’intenzione di raggiungere un amico e fare festa. Subito fermati dagli agenti, sono ora denunciati per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità.

Sempre ad Orbassano altri due amici hanno subito la stessa sorte. Stavano andando a comprare una macchina nuova in un concessionario, una motivazione assolutamente non valida per consentire lo spostamento.

A Nichelino, invece, ad essere denunciato è un giovane che si era recato sotto casa della ex fidanzata. Voleva a tutti i costi fare pace con la ragazza, eludendo persino i divieti imposti dal dpcm. Alla fine è stata lei, esasperata dall’insistenza del ragazzo, a chiamare i carabinieri. Gli agenti, constatato il motivo non urgente della sua presenza, l’hanno subito denunciato.

Ma i casi di violazione delle norme anti-Coronavirus non finiscono qua.

Il più curioso riguarda quello di un cittadino romeno di 30 anni a Torino che girava per San Salvario nel cuore della notte alla ricerca di una prostituta. Probabilmente soffriva la solitudine imposta dal decreto ed era uscito per trovare compagnia. Le forze dell’ordine l’hanno fermato e denunciato per la futile motivazione della sua uscita notturna. Dovrà ora rispondere di inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità.

I controlli d’ora in avanti interesseranno anche gli esercizi commerciali, tenuti a rimanere chiusi dopo l’ultimo provvedimento del Presidente del Consiglio Conte. Da oggi, infatti, tutti i negozi non necessari, i bar e i locali terranno le serrande abbassate come misura aggiuntiva per contenere il contagio.

Italia: chiuse tutte le attività commerciali non necessarie

Il testo del provvedimento

Tag
11610

Related Articles

11610
Back to top button
Close
Close