Home Articoli HP FCA a Torino investe 2 miliardi: nuove assunzioni e modelli, si riducono...

FCA a Torino investe 2 miliardi: nuove assunzioni e modelli, si riducono anche le emissioni di CO2

bandiera bianca con scritta FCA blu davanti palazzo
FCA a Torino investe 2 miliardi: nuove assunzioni e modelli, si riducono anche le emissioni di CO2
Tempo di lettura: 2 minuti

FCA a Torino investe 2 miliardi: nuovi impianti per la riduzione di CO2 e nuove assunzioni in arrivo

FCA a Torino abbraccia in toto la rivoluzione ecologica.


Il gruppo ha intenzione di apportare alcune modifiche agli stabilimenti di Mirafiori, con maggiore attenzione al rispetto per l’ambiente. 
Nel sito produttivo della zona sud della città sarà presto installata Solar Power Production Units.

Nello specifico, il progetto prevede l’adozione di una nuova tecnologia con pannelli fotovoltaici, che copriranno una superficie di 150mila metri quadrati. Questi riusciranno a generare un’energia di 15 MW di elettricità, necessari per ridurre le emissioni per oltre 5mila tons di CO2.

FCA a Torino investe 2 miliardi: nuove assunzioni e modelli, si riducono anche le emissioni di CO2


Oltre alla contrazione dei consumi sarà possibile garantire energia a sufficienza per ricaricare i modelli elettrici che saranno prodotti nello stabilimento. Si tratta di due grandi progetti, che saranno portati avanti grazie alle collaborazioni Edison ed Engie, il cui contribuito sarà fondamentale.

Le novità produttive di FCA a Torino


FCA a Torino si prepara a rivoluzionare le finalità produttive dei suoi stabilimenti.


Negli ultimi anni, i siti torinesi hanno visto un rapido cambiamento, soprattutto per quel che riguarda i volumi di lavoro. Una riduzione drastica di decine di migliaia di unità annue, che è imputabile alla conversione di Torino e provincia nel polo del lusso del gruppo.


Ora, Fiat Chrysler Automobiles intende guardare al futuro patendo proprio dal suo punto di riferimento principale: il capoluogo piemontese. Questo non sarà più identificato con le produzioni legate ai brand di nicchia, bensì sarà votato all’elettrico.


Prosegue, in questo senso, la marcia di avvicinamento alla presentazione della Fiat 500e.
Un restyling tanto atteso che, come dimostrato dalle foto scattate da Gabetz Spy Unit, porterà in dote numerosi cambiamenti.


Le prime foto, pubblicate alcune settimane fa, hanno mostrato come sarà la nuova versione della 500. Si può notare come la vettura si presenti in una veste completamente nuova, sia internamente che esteriormente. Oltre al pianale inedito, risponde alle esigenze del mercato e dell’evoluzione del settore con la motorizzazione elettrica.
L’auto sarà visibile per il pubblico a breve, in occasione del tradizionale Salone di Ginevra, che aprirà all’inizio del mese di marzo. Sarà in vendita a partire da questa estate, dal prossimo 4 luglio.

L’azienda pensa di produrre nel capoluogo piemontese almeno 80mila esemplari all’anno di questa innovativa vettura.


I veicoli ad alimentazione alternativa rappresentano un investimento sicuro per le prospettive future di qualsiasi casa automobilistica. Così, oltre ad alcuni modelli Fiat, FCA porterà in città le Maserati Cabrio e GT, che dovranno essere proposte anche in questa versione.


In questo modo, Torino farà da traino nel processo di conversione delle produzioni, con migliaia di veicoli prodotti annualmente. L’auspicio è che le ricadute sull’occupazione possano essere più che positive, viste le necessità e le condizioni dell’area torinese. Intanto, è già nota la volontà di procedere con l’assunzione di circa cento figure professionali specializzate: un primo tassello per un ambizioso progetto di rinascita.