Home Articoli HP Blocco del traffico, da domani tornano a circolare i diesel euro 4...

Blocco del traffico, da domani tornano a circolare i diesel euro 4 e 5

blocco traffico automobili in coda
Blocco del traffico, da domani tornano a circolare i diesel euro 4 e 5
Tempo di lettura: < 1 minuto

Blocco del traffico, da domani tornano a circolare i diesel euro 4 e 5: introdotte le limitazioni strutturali grazie alle piogge degli ultimi giorni

Come annunciato nei giorni scorsi, il blocco del traffico si fa meno severo: da domani i veicoli diesel euro 4 e 5 potranno tornare a circolare.
Da domani, martedì 21 gennaio, fino a giovedì 23 gennaio, saranno adottate nuovamente le limitazioni strutturali, quelle valide normalmente tra ottobre e marzo.
Dalle rilevazioni di Arpa Piemonte di questi giorni sono emersi miglioramenti della qualità dell’aria. Dunque, il livello di Pm10, dopo aver sforato per oltre venti giorni consecutivi i limiti indicati, è tornato su livelli accettabili.
Blocco del traffico, da domani tornano a circolare i diesel euro 4 e 5
Blocco del traffico, da domani tornano a circolare i diesel euro 4 e 5
Saranno fermi, come sempre, i benzina, gpl e metano Euro 0, i diesel Euro 0 e 1, che non possono girare durante nessun giorno dell’anno, contando anche i festivi, 24 ore su 24. Stesso discorso per i diesel Euro 2, che per tutto l’anno non possono circolare dalle 08:00 alle 19:00, dal lunedì al venerdì. Meno coinvolti i diesel Euro 3, fermi dal lunedì al venerdì dalle 08:00 alle 19:00, fino al prossimo 31 marzo.

L’effetto delle variazioni meteorologiche

A contribuire a questo cambio di rotta sono state, senza ombra di dubbio, le precipitazioni degli ultimi giorni.
Le condizioni meteorologiche instabili hanno fatto rivedere in città la pioggia, che si è presentata con un’intensità piuttosto debole. Nonostante ciò, i fenomeni che si sono verificati alla fine della scorsa settimana sono stati sufficienti per migliorare la qualità dell’aria e, di conseguenza, rendere meno stringenti le limitazioni al traffico.
Ora bisognerà attendere giovedì per vedere se ci sarà un nuovo dietrofront oppure se verranno mantenute le attuali disposizioni del Comune.