AnimaliArticoli HP

Avvistata una pantera nera in Piemonte: allarme lanciato nella provincia di Cuneo

12647
Tempo di lettura: 2 minuti

Avvistata una pantera nera in Piemonte: allarme lanciato nella provincia di Cuneo, giunte alcune segnalazioni per l’avvistamento dell’animale

È stata avvistata una pantera nera in Piemonte, in giro per la provincia di Cuneo.
Una notizia che ha dell’incredibile, che riguarda uno degli animali potenzialmente più pericolosi per l’incolumità dell’uomo.
Nello specifico, il primo vero incontro con il felino sarebbe avvenuto tra Corneliano e Piobesi, in provincia di Cuneo. In giardiniere, che stava lavorando presso una villa della zona, si è ritrovato molto vicino alla pantera intorno a mezzogiorno. Inizialmente la aveva scambiata un cane di grossa taglia, salvo poi accorgersi che si trattava di tutt’altra specie di animale.
Il lavoratore si è messo al riparo e ha segnalato immediatamente il tutto ai Carabinieri. Nelle ultime ore è giunta una seconda segnalazione sulla pantera, sempre nella stessa zona. Le amministrazioni comunali ne hanno dunque dato annuncio, lanciando l’allarme per mettere al corrente dell’accaduto i cittadini. Si attendono aggiornamenti per sapere se l’animale sarà fermato e come è giunto a Cuneo (e da dove è scappato).

Gli avvistamenti di cinghiali, serpenti e altri rettili a Torino

Negli scorsi mesi si sono verificati altri avvistamenti piuttosto anomali, soprattutto a Torino.
In città, nelle scorse settimane, era stato visto a spasso per il centro un cinghiale. Un automobilista lo aveva addirittura filmato mentre scorrazzava per via Ormea. Senza contare i numerosi casi di avvistamenti di serpenti.
Avvistata una pantera nera in Piemonte: allarme lanciato nella provincia di Cuneo
Avvistata una pantera nera in Piemonte: allarme lanciato nella provincia di Cuneo
Il quartiere maggiormente interessato da questa anomalia era stato Borgo Vittoria. Qui, tra ottobre e novembre, arrivarono molte segnalazioni da parte dei residenti, con i casi più eclatanti registrati in via Mondrone e in via Sospello. Si trattava dei famosi animali striscianti, attaccati ai citofoni o in movimento al suolo.
Anche le cittadine della provincia, come Nichelino, hanno avuto dimostrazione di questo strano fenomeno, che sembrava essere maggiormente marcato in quel periodo.
In città, durante lo scorso autunno, si sono fatti vedere, oltre ai serpenti, anche altri rettili.
Spesso e volentieri, questi animali si spostano dal loro habitat per cercare una temperatura più mite in città. In queste settimane, infatti, è stato possibile godere di un caldo ancora percettibile, con temperature vicine ai 20 gradi. In questo contesto, i serpenti giungono alla ricerca di un ambiente meno rigido, per affrontare al meglio i periodi più freddi dell’anno. Nulla di cui preoccuparsi (eccessivamente), insomma.
Ovviamente si parla di episodi che non hanno nulla a che vedere con l’incontro con una pantera, ma che sono pur sempre incontri che non si fanno frequentemente.
(Foto tratta da www.amoreaquattrozampe.it)

Tag
12647

Related Articles

12647
Back to top button
Close
Close