Articoli HPSanità

L’Ospedale Sant’Anna di Torino al primo posto in Italia per numero di nascite nel 2019: un presidio multiculturale in città

7349
Tempo di lettura: < 1 minuto

L’Ospedale Sant’Anna di Torino è di nuovo al primo posto in Italia per numero di nascite: quasi 7mila nel 2019

L’Ospedale Sant’Anna di Torino si è confermato al primo posto in Italia per numero di nascite.
Nell’anno appena terminato, la struttura ospedaliera del capoluogo piemontese ha fatto registrare un numero di nuovi nati pari a 6mila e 925 unità. Un numero molto alto rispetto agli altri presidi italiani, che ha permesso al Sant’Anna di confermare il suo primato.
L'Ospedale Sant’Anna di Torino al primo posto in Italia per numero di nascite nel 2019: un presidio multiculturale in città
L’Ospedale Sant’Anna di Torino al primo posto in Italia per numero di nascite nel 2019: un presidio multiculturale in città
Rispetto all’anno ancora precedente è stato registrato un incremento di diverse centinaia di nascite. Nel 2018, infatti, hanno visto la luce 6mila e 610 bambini. Un numero che è stato migliorato, in totale controtendenza rispetto a quanto avviene nella stragrande maggioranza dei presidi ospedalieri di tutta Italia (dove da anni si registrano costanti diminuzioni alla voce nuove nascite).

L’anima multiculturale dell’ospedale Sant’Anna di Torino

Analizzando i dati è interessante constatare che, per quanto riguarda i parti effettuati nel 2019, il 25,6% (vale a dire 1773 unità) è stato realizzato da donne di origine straniera. Le statistiche più imponenti riguardano neonati di origine rumena (al primo posto tra gli stranieri), marocchina, albanese e nigeriana. Anche in questo caso, le percentuali delle varie nazionalità conferma il trend degli ultimi anni (nel 2018 la percentuale era del 25,9%).
Inoltre, le mamme sono state di 93 nazionalità diversa e le coppie miste con maggiore frequenza in termini percentuali sono state quelle con padre italiano e mamma rumena, padre italiano e madre peruviana e padre italiano e madre brasiliana.
Una buona notizia per la sanità torinese e per un ospedale riconosciuto a livello nazionale per la sua professionalità e i suoi successi. L’auspicio è che, nel corso dell’anno che è appena cominciato, possano essere ripetuti gli stessi grandi risultati.

Tag
7349

Related Articles

7349
Back to top button
Close
Close