Articoli HPSanità

In Piemonte infermieri in burn out, il troppo carico di lavoro fa abbandonare la divisa

2509
Tempo di lettura: < 1 minuto

In Piemonte infermieri in burn out, il troppo carico di lavoro fa abbandonare la divisa

Uno su cinque è a rischio depressione: è l’agghiacciante statistica di Nursing Up, sindacato degli infermieri di Piemonte e Valle d’Aosta.

Secondo i dati del 2019, il 20% di professionisti della sanità piemontese avrebbe abbandonato l’assistenza diretta ai pazienti per il carico eccessivo di lavoro.

Uno studio che segue quello di Anaao Assomed (Associazione medici dirigenti) che nelle scorse settimane aveva già sottolineato come circa 28 medici, ogni mese, lascino i raparti per ragioni non troppo diverse.

Per quanto riguarda gli infermieri la situazione è sempre più complicata, a causa dell’eccessivo lavoro sulle spalle di pochi professionisti. Pensionamenti non sostituiti, malattie o gravidanze che non vengono compensate. O ancora, il continuo aumento delle prescrizioni di singoli infermieri che, per problemi contratti anche a lavoro, non possono più svolgere alcune funzioni.

Sono 20 ogni 100 infermieri in servizio in Piemonte a lasciare l’assistenza diretta. “Capita che vadano in forte depressione – in burn out – o che siano vittime di dolore cronico”, spiega Claudio Delli Carri, segretario di Nursin Up.

Un problema che si riversa, ovviamente, sul carico di lavoro e sui turni dei colleghi.

L’unica soluzione è quella di tornare ad assumere, contando sul nuovo Patto per la Salute, firmato a livello nazionale. Nel frattempo si attende l’incontro con l’assessore alla Sanità, Luigi Icardi, per esaminare le ricadute del nuovo Patto sul sistema sanitario del Piemonte.

Tag
2509

Related Articles

2509
Back to top button
Close
Close