Home Ambiente Smog, a Torino va la maglia nera europea con Londra e Parigi

Smog, a Torino va la maglia nera europea con Londra e Parigi

Smog, a Torino va la maglia nera europea con Londra e Parigi
Smog, a Torino va la maglia nera europea con Londra e Parigi
Tempo di lettura: 1 minuto

Smog, a Torino va la maglia nera europea: il triste primato è condiviso con Londra e Parigi

Per quanto riguarda il problema dello smog, a Torino, la situazione sembra essere alquanto allarmante.
Secondo il rapporto sulla qualità dell’aria diffuso dall’Agenzia europea per l’ambiente (Aea)l’Italia è il primo Paese in Europa per morti premature da biossido di azoto (No2) con circa 14.600 vittime all’anno.
Si tratta del valore più alto tra i paesi dell’Unione Europea per quanto riguarda i decessi prematuri per biossido di azoto, ozono (O3), con 3000 decessi, e il secondo per particolato fine PM2,5 con 58.600 morti, mentre, in questi caso, il primato va alla Germania con 59.600 morti.
Nel complesso, nell’UE lo smog causa 372mila decessi prematuri, in calo dai 391mila del 2015.
Smog, a Torino va la maglia nera europea con Londra e Parigi
Smog, a Torino va la maglia nera europea con Londra e Parigi
Stando a quanto riportato dai dati, si evidenzia un miglioramento anche per l’Italia rispetto al 2015, quando l’Eea stimava circa 20mila decessi prematuri per il biossido di azoto (No2).
Le ultime rilevazioni, però, risalenti al 2017, vedono le concentrazioni di polveri sottili (PM2,5) più elevate in Italia e in altri sei Paesi dell’Est, tra cui la Polonia, la Romania, la Bulgaria, la Croazia, la Repubblica Ceca e la Slovacchia.
Questo triste dato che vede primeggiare il capoluogo piemontese, però, è in condivisione con Londra e Parigi.
Dunque, il problema dello smog continua ad essere molto serio e meritevole di particolare attenzione e di misure immediate ed efficienti.
Correlato:  Quando Torino vantava il Salone dell'Auto