Home Articoli HP Rimborso voli aeroporto Caselle di Torino: tutti i casi in cui vengono...

Rimborso voli aeroporto Caselle di Torino: tutti i casi in cui vengono tutelati i passeggeri

Rimborso voli aeroporto Caselle di Torino: tutti i casi in cui vengono tutelati i passeggeri
Rimborso voli aeroporto Caselle di Torino: tutti i casi in cui vengono tutelati i passeggeri
Tempo di lettura: 3 minuti

Rimborso voli aeroporto Caselle di Torino: tutti i casi in cui vengono tutelati i passeggeri

 

Ogni giorno ci sono migliaia di aerei che volano sopra le nostre teste per trasportare milioni di persone. L’aereo ha reso possibile raggiungere, nel minor tempo possibile, qualsiasi destinazione conosciuta sulla Terra.

Rimborso voli aeroporto Caselle di Torino: tutti i casi in cui vengono tutelati i passeggeri
Rimborso voli aeroporto Caselle di Torino: tutti i casi in cui vengono tutelati i passeggeri

Il Caselle di Torino si posiziona come il secondo aeroporto italiano nella classifica della puntualità dei voli e prevede anche un aumento delle tratte nelle festività natalizie per agevolare i viaggiatori in partenza da Torino che desiderano godersi le vacanze all’estero e tutti coloro che, al contrario, intendono entrare in Piemonte per trascorrere qualche giorno sulla neve.

adv
Loading...

Gli sforzi per rendere confortevole gli spostamenti dei passeggeri sono innumerevoli, tuttavia può capitare che le compagnie aeree si rendano responsabili di negligenze particolarmente gravi come dei ritardi di diverse ore.

Come si legge nel sito aziendale AirHelp sul rimborso voli, compagnia che negli anni si è battuta assiduamente per la tutela dei diritti dei passeggeri, coloro che decidono di viaggiare in aereo hanno dei particolari diritti che assumono un’importanza basilare nel momento in cui si verificano comportamenti negativi attuati dalle compagnie aeree.

Il rimborso voli avviene in tre casi principali, ossia quando l’aereo ha accumulato un ritardo considerevole, quando il volo è stato cancellato senza un congruo preavviso e quando i passeggeri sono costretti a rinunciare all’imbarco perché si verificano casi di overbooking.

Correlato:  La Mole Antonelliana si illumina di rosa: un omaggio a Just The Woman I Am

A stabilire l’entità e le caratteristiche del rimborso voli per tutte le tratte interne all’Unione Europea è il Regolamento CE n. 261/2004.

Rimborso voli per ritardo aereo

 

Uno dei casi più diffusi per il quale viene riconosciuto il rimborso voli è quello del ritardo aereo. Per poterlo ottenere, sono necessarie determinate condizioni.

L’entità del rimborso varia in base al numero di ore di ritardo e alla lunghezza della tratta. Il minimo riconosciuto dalla legge è di €250 per i voli con una tratta inferiore o pari ai 1.500 km e si arriva ad un massimo di €600 per i voli con un ritardo superiore alle 4 ore ed una distanza di percorrenza superiore o pari a 3.500 km.

Gli unici casi in cui non è previsto un rimborso sono quelli nei quali il volo subisce un ritardo per circostanze straordinarie che comprendono scioperi indetti dai dipendenti aeroportuali o da coloro che si occupano del controllo del traffico aereo, nonché in caso di instabilità politica, di problemi metereologici o di rischi per la sicurezza.

Indipendentemente dal diritto al risarcimento, in caso di ritardo aereo la compagnia è tenuta ad offrire l’assistenza in aeroporto.

Rimborso voli aeroporto Caselle di Torino: tutti i casi in cui vengono tutelati i passeggeri
Rimborso voli aeroporto Caselle di Torino: tutti i casi in cui vengono tutelati i passeggeri

Rimborso aereo per volo cancellato

 

Un altro importante caso in cui viene riconosciuto il rimborso voli è quello che riguarda la cancellazione della partenza, per motivazioni riconducibili alla compagnia aerea, in un lasso temporale inferiore ai 14 giorni antecedenti alla data.

Correlato:  Sanità, bambino colpito da ictus salvato alla Città della Salute di Torino: bimbo vivo grazie a una protesi metallica

In questa circostanza la compagnia può valutare la proposta di un volo alternativo ma, se non avesse le caratteristiche necessarie per la continuazione del viaggio, il passeggero avrebbe comunque diritto al rimborso del biglietto aereo.

Così come accade per il volo in ritardo, anche il volo cancellato non porta al risarcimento se l’inconveniente è dovuto da circostanze eccezionali.

I voli all’interno dell’Unione Europea godono di una tutela decisamente superiore rispetto ai voli internazionali, perché il Regolamento CE 261 stabilisce la precisa responsabilità delle compagnie aeree mentre in altri Paesi, come gli Stati Uniti, lasciano alle compagnie stesse la libertà di scegliere se operare un risarcimento.

L’entità dell’importo a cui il passeggero di un volo cancellato ha diritto, varia in base alla lunghezza della tratta che avrebbe dovuto percorrere.

Il risarcimento minimo si applica ai voli con tratta inferiore a 1.500 km e, se il passeggero non ha accettato il volo alternativo, ha diritto a €250 oltre al rimborso del biglietto.

L’ammontare massimo è di €600 per tratte superiori a 3.500 km, che si va a sommare al rimborso del biglietto per il passeggero che abbia rifiutato il volo alternativo.

Rimborso voli aeroporto Caselle di Torino: tutti i casi in cui vengono tutelati i passeggeri
Rimborso voli aeroporto Caselle di Torino: tutti i casi in cui vengono tutelati i passeggeri

Rimborso voli per overbooking

 

L’ultimo caso nel quale viene riconosciuto il diritto al rimborso voli è quello in cui venga negato l’imbarco ad alcuni passeggeri per eccedenza di biglietti.

Correlato:  Confartigianato, l'export dell'artigianato in Piemonte è cresciuto del 10,3%: bene Torino

L’overbooking è una pratica consolidata all’interno delle compagnie aeree, secondo la quale emettono un numero di biglietti superiore rispetto ai posti disponibili, questo per evitare vuoti nell’aereo.

Sfortunatamente, può capitare che tutte le persone a cui è stato venduto il biglietto si presentino e, di conseguenza, qualcuno è obbligato a rimanere giù.

A quel punto le soluzioni sono due:accettare un volo alternativo oppure rinunciare al viaggio e ottenere il rimborso voli.

Siccome le procedure sono spesso lunghe e complesse, aziende come AirHelp gestiscono la pratica al posto dei passeggeri per seguire al meglio tutti gli aspetti legali.