Home Articoli HP Monopattini elettrici a Torino: primi test a San Salvario

Monopattini elettrici a Torino: primi test a San Salvario

Monopattini elettrici a Torino: primi test a San Salvario
Monopattini elettrici a Torino: primi test a San Salvario
Tempo di lettura: 2 minuti

Monopattini elettrici a Torino: primi test nel quartiere San Salvario

Primi test per i monopattini elettrici a Torino, nel quartiere San Salvario.
Monopattini elettrici a Torino: primi test a San Salvario
Monopattini elettrici a Torino: primi test a San Salvario
Le prove dei nuovi mezzi saranno parte integrante del programma della Settimana europea per la mobilità sostenibile 2019, la quale avrà inizio lunedì 16 settembre.
Non solo monopattini elettrici, ma ci sarà anche una domenica senza auto, il 22 settembre, e la sperimentazione di diverse micro-pedonalizzazioni.

Sperimentazione di pedonalizzazione di alcune vie

Quest’ultima misura prevede la chiusura al traffico, per uno o più giorni, brevi tratti di quattro diverse strade in modo da tale da valutare l’impatto sulla viabilità e decidere se pedonalizzarle in via definitiva o meno.
Le zone della città scelte per la sperimentazione sono il quartiere San Salvario e il precollina.
Nel dettaglio, dal 18 al 20 settembre verranno chiuse al traffico le vie davanti a due scuole, la materna Bay, in via Principe Tommaso, e l’Istituto Comprensivo Manzoni, nel controviale di corso Marconi.
Ciò per cercare di rendere più sicuro l’ingresso a scuola degli alunni.
Domenica 22 settembre sarà la volta di altre due strade, via Petitti, nel tratto tra via Ormea e via Pietro Giuria, e il controviale di corso Fiume, tra corso Moncalieri e via Manara, in direzione collina.
Entrambe le strade verranno chiuse al traffico dalle ore 8.00 alle 22.00.
Per quanto riguarda via Petitti, la sperimentazione rientra nel progetto di riqualificazione dell’area Parri, che la Circoscrizione Otto sta cercando di strappare ai pusher e riconsegnare alle associazioni della zona.
La sperimentazione della chiusura del controviale di corso Fiume, invece, è stata richiesta dai cittadini che da anni chiedono più sicurezza per quel tratto di strada che ha fatto contare numerosi incidenti anche gravi.

Il Car Free Day

Tra le altre iniziative comprese nel programma della European Mobility Week, c’è anche la chiusura completa al traffico della Ztl Centrale.
Infatti, per domenica 22 settembre, dalle ore 10.00 alle 18.00, è in programma il Car Free Day.

L’inaugurazione del tratto di pista ciclabile di via Nizza

Sabato 21 settembre, invece, dalle ore 14.00 alle 18.00, in via Nizza, all’altezza di piazza De Amicis, il Comune metterà a disposizione dei cittadini ben dieci monopattini elettrici che i torinesi potranno provare liberamente e gratuitamente.
Questo evento si terrà in concomitanza con l’inaugurazione di quel tratto di pista ciclabile.
Per l’occasione ci sarà una festa con musica e rinfresco, organizzata con la collaborazione dei commercianti di zona, a cui parteciperanno anche la Sindaca Chiara Appendino l’assessora alla Viabilità Maria Lapietra.

Il Giretto d’Italia di Legambiente

Giovedì 19 settembre si terrà il “Giretto d’Italia”, un evento organizzato in 24 città italiane da Legambiente.

I tre checkpoint urbani

Inoltre, CNH Industrial e l’Università di Torino realizzeranno tre check point urbani in corso Franciacorso Regio Parco e via Nizza.
Questi tre punti serviranno a contare quanti ciclisti transiteranno dalle ore 7.30 alle 9.30. Dopodiché si meter anno insieme i numeri di tutte le città partecipanti per poi decretarne la vincitrice.
Infine, per domenica 22 settembre è prevista un’iniziativa di “plogging”, ossia la racconta di rifiuti mentre si corre o si cammina.
Insomma, la Settimana europea per la mobilità sostenibile 2019 a Torino avrà un programma ricco di iniziative green.
Correlato:  Aumentano le pietre d'inciampo a Torino: il 18 gennaio saranno posate altre otto "Stolpersteine"