Home Articoli HP La Regione sogna la Barolo-Sanremo: dalle Langhe al mare in bici

La Regione sogna la Barolo-Sanremo: dalle Langhe al mare in bici

La Regione sogna la Barolo-Sanremo: dalle Langhe al mare in bici
La Regione sogna la Barolo-Sanremo: dalle Langhe al mare in bici
Tempo di lettura: 1 minuto

La Regione sogna la Barolo-Sanremo: già avviati i contatti con la Liguria per studiare il tracciato ciclabile che unirà le Langhe piemontese il mare

Il sogno del Presidente della Regione Alberto Cirio si chiama Barolo-Sanremo.
La Regione sogna la Barolo-Sanremo: dalle Langhe al mare in bici
La Regione sogna la Barolo-Sanremo: dalle Langhe al mare in bici
Si tratta di un percorso sterrato lungo 200 chilometri che unirà le Langhe e la Liguria.
Il percorso valorizzerà le aree montane sfruttando le opportunità turistiche legate alla mobilità lenta e sostenibile.
Quella che sembrava un’idea si sta velocemente trasformando in un progetto concreto.
Il governatore ha già trovato l’appoggio dell’assessora alla Cultura e al Turismo Vittoria Poggio e del Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti.
Per quanto riguarda il percorso, il primo tratto collegherà le Langhe a Mondovì. Poi si proseguirà per i cosiddetti percorsi bianchi: il Landandè fino a Vicoforte e l’antica via Marenca tra Montaldo e Roburent. Una volta arrivati al rifugio La Maddalenalocalità Vernagli, la strada si interrompe.
In questo punto bisognerà intervenire per rendere percorribili i 400 metri che portano a Pamparato.
Da qui occorrerà riattivare la prosecuzione della vecchia strada Marenca che collega le valli Corsaglia e Tanaro, fino a Ormea.
Poi si proseguirà verso Ponte di NavaViozene e Upega per poi riagganciare, nel Bosco delle Navette, la Via del Sale, storico tracciato che collega Limone Piemonte Sanremo.
Uno dei temi più importanti per il governo della Regione è la mobilità sostenibile.
In virtù di ciò, il prossimo step sarà quello di verificare quali tratti della Barolo-Sanremo rientrano e quali no nella mappatura della rete dei percorsi ciclabili.
Dunque, un bel progetto per tutti gli amanti delle due ruote che potranno raggiungere il mare in sella alla propria bicicletta.
Correlato:  Domenica 5 agosto 2018: musei gratis a Torino!