Home Articoli HP Spighe Verdi 2019, il Piemonte è la regione più green d’Italia

Spighe Verdi 2019, il Piemonte è la regione più green d’Italia

Spighe Verdi 2019, il Piemonte è la regione più green d'Italia
Spighe Verdi 2019, il Piemonte è la regione più green d'Italia
Tempo di lettura: 1 minuto

Spighe Verdi 2019, il Piemonte è la regione più green d’Italia a pari merito con Toscana e Marche

Secondo la classifica annuale per le Spighe Verdi 2019, il Piemonte risulta essere la regione più green d’Italia.
“Spighe Verdi 2019” è il premio annuale per la gestione sostenibile del territorio indetto da Fea Italia, la Fondazione per l’educazione ambientale, e Confagricoltura.
I premi vengono assegnati proprio nella sede di Roma di Confagricoltura.
Quest’anno sono state 42 le località rurali a ricevere questo riconoscimento che equivale alle “Bandiere Blu” per le località turistico-balneari.
Nel 2019, le Spighe Verdi, sono state assegnate in 13, una in più rispetto alla precedente edizione.
Al primo posto della classifica si trova il Piemonte con sei località, a pari merito con Toscana e Marche. Seguono Campania, con 5 comuni, Puglia e Lazio, con 4, Veneto e Abruzzo con 3 località.
LiguriaUmbriaCalabriaSicilia e Trentino, invece, sono tutte in classifica con un solo comune.
Stupisce il fatto che non ci siano località in rappresentanza di regioni come la Lombardial’Emilia – Romagna e la Sardegna.
Le sei località piemontesi premiate sono Pralormo, in provincia di TorinoAlbaSanto Stefano Belbo e Vicoforte, in provincia di CuneoCanelli, in provincia di Asti, e Volpedo, in provincia di Alessandria.
Spighe Verdi 2019, il Piemonte è la regione più green d'Italia
Spighe Verdi 2019, il Piemonte è la regione più green d’Italia

Gli indicatori

Per l’assegnazione del riconoscimento sono stati in presi in considerazioni diversi indicatori tra cui la partecipazione pubblica, l’educazione allo sviluppo sostenibile, il corretto uso del suolo, la presenza di produzioni agricole tipiche, la sostenibilità e l’innovazione in agricoltura, la qualità dell’offerta turistica, l’esistenza e il grado di funzionalità degli impianti di depurazione, la gestione dei rifiuti con particolare attenzione alla raccolta differenziata, la cura dell’arredo urbano,  l’accessibilità per tutti senza limitazioni e la valorizzazione delle aree naturalistiche.
Hanno collaborato con Confagricoltura il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismol’ISPRA, il CNR e il Comando Unità Tutela Forestale, Ambientale e Agroalimentare dell’Arma dei Carabinieri.
Dunque, il Piemonte può fregiarsi di un altro primato importante mostrando il suo impegno verso l’ambiente, la mobilità green e le energie sostenibili.
Correlato:  Apre a Torino il primo liceo della danza: iniziate le audizioni per iscriversi al nuovo indirizzo di studi