Home Articoli HP In arrivo un nuovo sciopero Gtt: è in calendario una nuova agitazione...

In arrivo un nuovo sciopero Gtt: è in calendario una nuova agitazione del personale

In arrivo un nuovo sciopero Gtt: è in calendario una nuova agitazione del personale
In arrivo un nuovo sciopero Gtt: è in calendario una nuova agitazione del personale
Tempo di lettura: 1 minuto

In arrivo un nuovo sciopero Gtt: è in calendario una nuova agitazione del personale che, molto probabilmente, porterà ad un nuovo stop di bus, tram, metro e treni

È in arrivo un nuovo sciopero Gtt a Torino.
Venerdì 31 maggio è prevista un’azione di sciopero del personale dell’azienda del trasporto pubblico locale sui temi riguardanti il Piano Industriale e le altre tematiche aziendali di Gtt.
L’oggetto dell’azione di protesta è sempre il medesimo: il piano industriale che l’azienda mira a mettere in atto. Dagli ambienti di coloro che hanno spinto per lo sciopero, come per gli altri precedenti, filtrano motivazioni di malcontento come il taglio dei costi e del personale, che provocherebbero ulteriori danni al funzionamento del servizio.
Le prestazioni del trasporto pubblico locale, dunque, nei prossimi tre anni ne risentirebbero sensibilmente e in maniera molto negativa.
Il servizio di bus, tram e metropolitana sarà garantito nelle fasce orarie dalla 6:00 alle 9:00 e dalle 12:00 alle 15:00. I mezzi extraurbani e i treni del servizio ferroviario, smf1-Canavesana e smfA – Torino – Aeroporto – Ceres, garantiranno corse regolari da inizio servizio alle 8 e dalle 14:30 alle 17:30.
Come sempre sarà assicurato il completamento delle corse in partenza entro il termine delle fasce del servizio garantito.
Lo sciopero potrà avere ripercussioni anche sull’operatività dei Centri di Servizio al Cliente e sui diversi servizi gestiti da Gtt, con conseguenti possibili disagi per la clientela.
Sarà l’ultimo sciopero del mese di maggio.
Dunque, per la giornata di venerdì 31 maggio i pendolari, viaggiatori e gli utenti Gtt dovranno far fronte all’ennesimo sciopero proclamato dall’azienda del trasporto pubblico locale ed i suoi conseguenti disagi.
Correlato:  Caldo a Torino: il Comune lancia l'allarme per i livelli di ozono nell'aria