Home Articoli HP La Regione Piemonte aiuterà a pagare il mutuo a chi perde il...

La Regione Piemonte aiuterà a pagare il mutuo a chi perde il lavoro: sostegno per le famiglie in difficoltà

Tempo di lettura: 1 minuto

Grande novità per chi perde il lavoro: la Regione Piemonte aiuterà a pagare il mutuo per sei mesi

Buone notizie per le famiglie piemontesi: la Regione Piemonte aiuterà a pagare il mutuo a chi perde il lavoro.
Dopo il bonus per abbattere i costi delle rette d’iscrizione negli asili nido per circa 10mila bambini, arriva un altro aiuto per le famiglie in difficoltà.
Si tratta della nuova norma “salva mutui” approvata giovedì 28 marzo a Palazzo Lascaris, nella penultima seduta di Consiglio della legislatura.
Il provvedimento parla di un massimo di sei rate di mutuo che la Regione pagherà a chi non riesce ad onorare le rate a causa di una riduzione del proprio reddito familiare, dovuta a un licenziamento, al fallimento dell’azienda o al ritardo nella concessione degli ammortizzatori sociali.
Situazioni che mettono le famiglie di fronte alla seria possibilità di vedersi pignorare la prima casa.
Attualmente è già possibile ridiscutere il versamento mensile con gli istituti di credito, o chiederne il congelamento, ma rimane comunque una soluzione temporanea, in quanto le banche tornano a chiedere le rate non appena scadono i termini della moratoria.
Con questa domanda, invece, le rate pagate dalla Regione non dovranno essere restituite da chi usufruito del contributo.
Chi potrà beneficiare dell’aiuto?
Tra i beneficiari rientrano tutti i lavoratori che, per crisi aziendali o licenziamento, si trovano in difficoltà economica.
L’unico requisito economico è avere un reddito Isee al di sotto di 26mila euro.
Ovviamente, dovrà trattarsi di un mutuo per la prima casa, che non dovrà essere classificata come abitazione di lusso, avere la piscina o essere un immobile di prestigio.
L’assessorato regionale alle Politiche Sociali lancerà un bando entro le elezioni regionali che si terranno il prossimo 26 maggio.
Si potrà fare domanda agli sportelli delle Agenzie sociali per le locazione, e dunque ottenere l’assegno, solo da maggio in poi.
Dunque, la Regione tende una mano alle famiglie in difficoltà aiutandole nel pagamento di sei rate di mutuo per evitare che le stesse perdano la casa, uno dei beni più preziosi per mettere le basi del futuro.
(Foto tratta da Italia Oggi)
Correlato:  In arrivo il cimitero per animali a Torino: potrebbe essere pronto nel 2020