Articoli HPTerritorio

Domato l’incendio di Belmonte: le fiamme hanno devastato il parco naturale del Sacro Monte

571
Renault Clio Autovip
Tempo di lettura: < 1 minuto

Dopo due giorni, i Vigili del Fuoco sono riusciti a domare l’incendio di Belmonte che ha devastato la collina del Sacro Monte

Dopo ore di tensione, nella notte, i Vigili del Fuoco sono riusciti a domare l’incendio di Belmonte, che ha attraversato un’area di 400 ettari sulle montagne del Canavese.
Le fiamme, divampate nella mattinata di lunedì 25 marzo, hanno colpito i comuni di CuorgnèPrascorsanoValperga e Pertusio nonché la riserva naturale del Sacro Monte di Belmonte.
Secondo le stime, il fronte dei roghi ha riguardato otto ettari di terreni, fino a lambire le case delle frazioni RiborgoTrucchi e Piandane, e il Santuario di Belmonte, patrimonio dell’umanità Unesco, che fortunamente non hanno riportato danni.
Un grande lavoro per le squadre degli 85 volontari Aib e gli oltre 40 Vigili del Fuoco, che, in questi giorni, hanno combattuto contro le fiamme, alimentate dal forte vento che ha soffiato sul Piemonte.
Al momento la situazione è tornata sotto controllo, le case e il Santuario sono stati messi in sicurezza, ma ci sono dei punti in cui i focolai potrebbero riprendere a bruciare.
Nel pomeriggio di ieri c’è stato il sopralluogo del governatore Chiamparino che ha ringraziato i volontari e i Vigili del Fuoco che hanno salvato le persone e hanno evitato seri danni al Santuario e alle cappelle. Infatti, solo due case sono state danneggiate dalla fiamme.
I volontari Aib hanno confermato l’origine dolosa dell’incendio boschivo e il presidente della Regione ha severamente condannato l’azione, confermando la necessità di colpire con durezza le persone che mettono a repentaglio la vita delle persone e il patrimonio naturalistico e ambientale.
(Foto tratta da Quotidiano Canavese)

Tag
571

Related Articles

571
Back to top button
Close
Close