Articoli HPTerritorio

Alluvioni e Protezione delle Abitazioni: tutte le Novità per affrontare e superare queste situazioni drammatiche, economicamente e non solo

338
Tempo di lettura: 2 minuti

Alluvioni e Protezione delle Abitazioni: tutte le Novità per affrontare e superare queste situazioni drammatiche, economicamente e non solo

Per alluvione si intende un fenomeno meteo climatico provocato da precipitazioni a carattere intenso e molto prolungato che, nel momento in cui si verificano possono determinare lo straripamento di fiumi o di altri corsi d’acqua con conseguenze anche gravi per il contesto circostante, sia a livello ambientale sia a livello abitativo.

Per proteggere sé stessi e la propria abitazione nel modo migliore da tali eventi catastrofici è bene per prima cosa esaminare con attenzione e conoscere a fondo il livello di rischio di alluvione legato al territorio in cui si vive.

Negli ultimi anni sono drammaticamente aumentati i casi di alluvioni e altri fenomeni naturali che hanno inflitto conseguenze gravi ad abitazioni e interi paesi.

Le compagnie di assicurazioni si sono rese disponibili a collaborare con le Istituzioni per approfondire la costituzione di un sistema assicurativo valido ed efficiente a protezione del patrimonio immobiliare contro le catastrofi naturali.

Cosa può mettere al sicuro dalle alluvioni le nostre abitazioni, in un territorio come l’Italia, gravemente soggetto a un forte dissesto idrogeologico, segnata dall’abusivismo e in un’era di drastici cambiamenti climatici?

 

Forse il primo strumento idoneo a preservare le nostre case è la conoscenza del territorio in cui sono ubicate. Sapere se la propria casa si trova in un’area geografica soggetta ad alluvioni o a frane e in base al livello di rischio, che sia basso, medio o alto, prestare particolare attenzione ai piani di allerta predisposti e diffusi dalla protezione civile e dai comuni di riferimento.

In Italia la legislatura mirata a intervenire sul dissesto idrogeologico è in grave ritardo.
Le zone soggette a un’elevata pericolosità idrogeologica corrispondono al 4,1% del territorio nazionale; quelle a pericolosità media all’8,4% mentre quelle a pericolosità bassa al 10,9%.

In totale si contano oltre 7 milioni di persone residenti in territori vulnerabili, oltre 1 milione di esse vive in aree soggette ad alto rischio di frane.

Per adempiere alla direttiva europea, l’Italia sarà tenuta ad individuare con chiarezza, entro il 22 marzo 2019, tutte le mappe territoriali soggette a rischio alluvioni.

Al tempo stesso le istituzioni dovranno impegnarsi ad informare i cittadini in modo adeguato, sollecitando i comuni a provvedere all’adozione di piani di rischio idonei, nel rispetto rigoroso delle normative rivolte a contrastare abusi e dissesti.

Se si procedesse ad assicurare tutte le abitazioni italiane, la polizza assicurativa di protezione casa da danni alluvionali si aggirerebbe intorno ai 10 euro annui per singola abitazione.

Se invece si procedesse ad assicurare le sole case disposte nelle aree più a rischio il costo del premio annuale salirebbe notevolmente.
Il rischio alluvionale presenta criticità che nella situazione attuale non consentono alle compagnie di assicurazione di offrire facilmente polizze di garanzia specifiche.

 

Per affrontare questa situazione e ridurne le difficoltà è stato stilato un elenco di accorgimenti tecnici indispensabili per rendere attuabile, in ambito assicurativo, la gestione del rischio di alluvioni per le abitazioni, includendola in un sistema complessivo di protezione casa dai rischi di catastrofi naturali.
Optare per una polizza assicurativa è sempre consigliabile: calcola l’assicurazione casa.

Tag
338

Related Articles

338
Back to top button
Close
Close