Articoli HPTerritorio

Riemersa struttura settecentesca dagli scavi della linea 2!

5124
Tempo di lettura: < 1 minuto

Pochi giorni fa durante gli scavi della linea 2 sono emerse delle fondamenta di una struttura del settecentesca dell’antico complesso di Palazzo Carignano.

Dagli scavi della linea 2 sono rinvenute delle antiche fondamenta di Palazzo Carignano. Torino e le sue celebri scoperte tornano a far gioire la popolazione e a farla sognare. In questi anni sono state due le zone archeologiche ritrovate: la chiesa paleocristiana di San Secondo (Nuvola Lavazza) e le gallerie Pietro Micca sotto il parcheggio di corso Galileo Ferraris.

Di cosa si tratta? Sono alcuni mattoni posizionati a un metro e mezzo sotto la piazza (Carlo Alberto) la cui esistenza era quasi prevedibile. Qui sorgerà la futura fermata della linea della seconda metropolitana di Torino.

Piazza Carlo Alberto nel Seicento e Settecento non era proprio come la conosciamo oggi, anzi non esisteva ancora. Verrà creata solo nell’Ottocento: l’area che ora è occupata dalla statua di Carlo Alberto, un tempo era il giardino dei principi di Carignano. Quest’ultimo terminava con l’edificio che oggi è la Biblioteca Nazionale che un tempo fungeva da scuderia.

La funzionaria archeologo della Soprintendenza e direttrice dei lavori, Stefania Ratto, ha precisato che forse in profondità (a circa tre metri) potrebbero emergere altre strutture. Nel caso in cui dovessero riaffiorare tombe o strutture più complesse da bonificare, la fermata della metro Carlo Alberto si sposterà.

Gli scavi in questa zona sono iniziati a ottobre e successivamente proseguirà fino a Porta Nuova, vicino via Nizza.

La città è in fibrillazione sia per il ritrovamento sia perché finalmente si parla di metropolitana. Gli scavi della linea 2 stanno andando molto a rilento e ancora si parla del prolungamento della linea 1 che avverrà nel 2021 (forse).

Potrebbe interessarti:

Tag
5124

Related Articles

5124
Back to top button
Close
Close